Commercio: Istat, vendite settembre in calo, -0,5% su anno

Codacons: colpo di grazia per bonus da 80 euro in busta paga. Commercio sempre piu' in crisi, e si prevede ulteriore riduzione delle vendite a Natale

Le vendite al dettaglio continuano a registrare segno negativo, calando a settembre dello 0,5% su base annua. Una flessione che rappresenta il colpo di grazia definitivo per il bonus da 80 euro in busta paga, introdotto dal Governo Renzi per risollevare i consumi e le sorti del commercio, ma che non ha prodotto il minimo effetto sull'economia del paese.

"La riduzione delle vendite dello 0,5% registrato dall'Istat e' ancor piu' allarmante se si considera che gia' nel 2013 le vendite avevano segnato una diminuzione del 2,1% rispetto all'anno precedente - spiega il Presidente Carlo Rienzi - I cali, dunque, si aggiungono ad altri cali, uccidendo il settore del commercio, portando i negozi al fallimento e alimentando la disoccupazione. I commercianti non potranno nemmeno fare affidamento sulle spese di Natale, per le quali le famiglie italiane prevedono una contrazione media dei consumi del -5%. Servono misure ad hoc per far riprendere le vendite e creare occasioni di acquisto, importando in Italia le iniziative in favore del commercio attuate negli Stati Uniti, a Parigi o a Londra" - conclude Rienzi.

25 novembre 2014