Commercio: da oggi scatta obbligo di pos

CODACONS LANCIA BATTAGLIA: COMMERCIANTI E ARTIGIANI NON POSSONO OBBLIGARE I CLIENTI A PAGARE CON CONTANTI. CONSUMATORI SI FACCIANO MANDARE IL CONTO A CASA DA ESERCENTI SENZA POS

Il Codacons lancia oggi una clamorosa iniziativa contro quei commercianti, professionisti e artigiani che, in barba alla norma che entra in vigore oggi, non si sono dotati di Pos per consentire ai consumatori di effettuare pagamenti con bancomat o carta di credito.

"Da oggi tutti gli esercenti dovranno accettare senza riserve il pagamento con moneta elettronica per importi superiori ai 30 euro - spiega il presidente Carlo Rienzi - Dal momento che, nei confronti dei trasgressori, non c'e' alcuna possibilita' di agire, perche' il decreto che introduce il provvedimento ha "dimenticato" di introdurre sanzioni per chi non si adegua, si rischia l'empasse: commercianti, professionisti e artigiani non possono infatti obbligare i clienti a pagare in contanti, ma senza Pos non sara' possibile per gli utenti effettuare i pagamenti con carta di credito o bancomat".

"Proprio per superare una simile situazione di stallo, invitiamo tutti i consumatori, a partire da oggi, a rifiutare il pagamento con denaro contante per spese superiori ai 30 euro, e farsi mandare il conto a casa da esercenti, artigiani e professionisti che in barba alla legge non si sono muniti di apposito Pos, in modo da scegliere in un secondo momento la modalita' migliore per saldare il conto" - conclude Rienzi.

30 giugno 2014