Blackout Wind: nuovo incontro Codici-Azienda il 16 luglio

Codici: se le proposte di Wind non saranno piu' consistenti andremo avanti con la class action
 
Come risarcire i 25 milioni di utenti Wind rimasti isolati per piu' di 7 ore? Come rimediare a cosi' tante ore senza telefonate, comunicazioni e connessione? Una cosa è certa, 2,5 euro per i
disservizi di un'intera giornata non sono sicuramente una proposta seria! Anche se e' proprio questa la cifra proposta dalla societa' all'ultimo incontro presso l'Agcom. "Vista la sconcertante proposta che, inutile dirlo, ci sembra un’elemosina piu' che una proposta seria, ci muoviamo ancora più motivati verso il nuovo incontro con la societa' che si terra' dopodomani – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici - Se Wind non mostrerà una reale disponibilità verso i consumatori, noi andremo avanti con la class action per restituire ai cittadini ciò che spetta loro". 
 
Numerosi i commenti e le lamentele dei consumatori sia su internet che pervenute in Associazione. Nella giornata del disagio gli utenti si sono scatenati soprattutto su twitter, lamentando il totale blackout e l'impossibilita', per molti, di lavorare. Perche'
sono sempre piu' numerosi oggi i lavori in cui senza internet e' pressoche' impossibile svolgere le normali funzioni. Un esempio su tutti sono gli alberghi che gestiscono online le prenotazioni, un sistema andato completamente in tilt.

"Oggi vogliamo tutelare tutti quei consumatori che il 13 giugno hanno subito disagi e che continueranno a subirli se le cose non cambieranno, visto che e' la stessa Carta Servizi che non
prevede tutele per casi simili a quelli avvenuti il venerdi' nero dello scorso mese – continua Ivano Giacomelli – Con l'incontro del 16 luglio ci impegniamo a rappresentare tutti quei clienti Wind che da isolati, giustamente, sono diventati arrabbiati per i gravi disagi che stavano subendo. La class action per ora va avanti". 
 
Per aderire alla campagna di risarcimento danni del Codici e' possibile cliccare qui per il mandato di adesione ed inviarlo alla Segreteria Nazionale del Codici, viale Marconi 94, 00146, Roma. Allega al mandato un documento di identita' ed una copia del contratto Wind. Contatti: segreteria_nazionale@codici.org;
segreteria.sportello@codici.org.

14 luglio 2014