Sudafrica: no a liberta' per Pistorius, dovra' fare psicoterapia

(AGI) - Johannesburg, 6 ott. - Oscar Pistorius non puo' tornarelibero e dovra' sottoporsi a sedute di psicoterapia peraffrontare i problemi comportamentali che lo hanno spinto auccidere la fidanzata Reeva Steenkamp nel 2013. Lo ha stabilitola Commissione d'appello del riesame sudafricana, bocciando ladecisione presa in primo grado di concedere gli arrestidomiciliari al 28enne ex atleta paralimpico di Sandton. L'organo d'appello ha giudicato "prematura" la decisionedella commissione del riesame di concedere a Pistorius gliarresti domiciliari e per questo le ha deferito il casosollecitando una nuova valutazione. Era stato il ministro dellaGiustizia

(AGI) - Johannesburg, 6 ott. - Oscar Pistorius non puo' tornarelibero e dovra' sottoporsi a sedute di psicoterapia peraffrontare i problemi comportamentali che lo hanno spinto auccidere la fidanzata Reeva Steenkamp nel 2013. Lo ha stabilitola Commissione d'appello del riesame sudafricana, bocciando ladecisione presa in primo grado di concedere gli arrestidomiciliari al 28enne ex atleta paralimpico di Sandton. L'organo d'appello ha giudicato "prematura" la decisionedella commissione del riesame di concedere a Pistorius gliarresti domiciliari e per questo le ha deferito il casosollecitando una nuova valutazione. Era stato il ministro dellaGiustizia sudafricano, Michael Masutha, a intervenire ad agostoper bloccare l'uscita dal carcere dell'atleta, chiedendo unintervento della Commissione d'appello del riesame ascongiurare che passasse agli arresti domiciliari. Pistorius ha scontato appena 10 mesi della condanna acinque anni di carcere per l'omicidio colposo della compagna,peraltro giudicata troppo mite da molti osservatori. Ladecisione significa che sara' ancora in cella il 3 novembre,quando l'accusa presentera' ricorso davanti alla Corte supremasudafricana per ottenere una condanna per omicidio volontario euna pena piu' severa. La commissione d'appello del riesame ha anche ordinato chel'ex "Blade runner" sia sottoposto a sedute di psicoterapia peraffrontare "i fattori criminogeni del reato commesso" e haavvertito che, qualora tornasse in liberta', dovra' subirerestrizioni sull'accesso alle armi. (AGI).