Madagascar: Fmi, ambiente economico rimane difficile

(AGI) - Antananarivo, 25 set. - La situazione economica delMadagascar permane "difficile". Lo sostiene il capo missionedel Fondo monetario internazionale (Fmi), Marshall Mills, altermine di una visita nella capitale Antananarivo. "La ripresaeconomica - ha detto Mills - iniziata nel 2014, non ha potutoaccelerare in ragione di una serie di choc e della debolezzastrutturale profondamente radicata". Secondo le stime, leprevisioni di crescita del Pil per il 2015 si attestano intornoal 3,2%, con un'inflazione del 7,9%. "Il forte ribasso deiprezzi delle materie prime - ha aggiunto il capo delegazionedel Pmi - limitera'

(AGI) - Antananarivo, 25 set. - La situazione economica delMadagascar permane "difficile". Lo sostiene il capo missionedel Fondo monetario internazionale (Fmi), Marshall Mills, altermine di una visita nella capitale Antananarivo. "La ripresaeconomica - ha detto Mills - iniziata nel 2014, non ha potutoaccelerare in ragione di una serie di choc e della debolezzastrutturale profondamente radicata". Secondo le stime, leprevisioni di crescita del Pil per il 2015 si attestano intornoal 3,2%, con un'inflazione del 7,9%. "Il forte ribasso deiprezzi delle materie prime - ha aggiunto il capo delegazionedel Pmi - limitera' gli introiti, e gli investimenti privatiresteranno deboli in un clima per gli affari poco incitante".Fondo monetario e autorita' del Madagascar hanno raggiunto unaccordo di "principio su un programma di riforme che potra'essere sostenuto dal Fcr (Facilita' del credito rapido) delFmi, per un montante di 47,4 milioni di dollari, gemellato conun programma di referenze di 6 mesi". Mills ha spiegato che gli"obiettivi delle autorita' malgasce sono indirizzati asostenere un programma di sviluppo a medio termine e amigliorare l'efficienza della spesa pubblica". (AGI)Fea