Libia: ambasciatore a Roma, aiutateci a ricostruire Paese

(AGI) - Roma, 2 ott. - E' "sempre piu' vicina" la formazione diun governo di unita' nazionale in Libia, ma la comunita'internazionale dovra' restare al fianco del Paese per impedireche un accordo possa naufragare nel giro di qualche mese. Lo haaffermato in un comunicato l'ambasciatore libico a Roma, AhmedSafar, nominato dal governo di Tripoli. "E' ben noto che gliaccordi di pace siano a rischio per i primi 12 mesi,specialmente se le grandi aspettative nazionali einternazionali diventano difficili da gestire nel brevetermine", ha sottolineato l'ambasciatore. Per Safar, e' necessario "il prima possibile

(AGI) - Roma, 2 ott. - E' "sempre piu' vicina" la formazione diun governo di unita' nazionale in Libia, ma la comunita'internazionale dovra' restare al fianco del Paese per impedireche un accordo possa naufragare nel giro di qualche mese. Lo haaffermato in un comunicato l'ambasciatore libico a Roma, AhmedSafar, nominato dal governo di Tripoli. "E' ben noto che gliaccordi di pace siano a rischio per i primi 12 mesi,specialmente se le grandi aspettative nazionali einternazionali diventano difficili da gestire nel brevetermine", ha sottolineato l'ambasciatore. Per Safar, e' necessario "il prima possibile dare stimoloall'economia, anche a livello locale, ma allo stesso tempocreare condizioni favorevoli per assicurare la pace nel primoanno dopo la fine del conflitto". "Idealmente, usare incentivieconomici, solo quando necessari, per sostenere la sicurezza ein cambio della stabilita' possono essere parte di un approcciopiu' ampio per normalizzare il Paese", ha aggiuntol'ambasciatore che ha insistito sulla necessita' di un"coinvolgimento di tutte le parti libiche. (AGI).