Egitto: concesso indulto a entrambi i giornalisti di al-Jazeera

(AGI/AFP) - Il Cairo, 23 set. - Il presidente dell'Egitto,Abdel Fattah al-Sisi, ha concesso l'indulto a entrambi igiornalisti dell'emittente televisiva 'al-Jazeera', MohamedFahmy e Baher Mohamed, condannati a fine agosto a tre anni dicarcere per diffusione di notizie false e favoreggiamento deiFratelli Musulmani, il movimento islamista al bando: lo hannoprecisato i mass media ufficiali citando il portavocepresidenziale Ala Yousef, secondo cui del provvedimentobeneficeranno anche un centinaio di altri detenuti, tra cui duenote militanti femministe e attiviste per i diritti umani,Sanaa Seif e Yara Sallam. L'estinzione delle rispettive pene e'stata accordata

(AGI/AFP) - Il Cairo, 23 set. - Il presidente dell'Egitto,Abdel Fattah al-Sisi, ha concesso l'indulto a entrambi igiornalisti dell'emittente televisiva 'al-Jazeera', MohamedFahmy e Baher Mohamed, condannati a fine agosto a tre anni dicarcere per diffusione di notizie false e favoreggiamento deiFratelli Musulmani, il movimento islamista al bando: lo hannoprecisato i mass media ufficiali citando il portavocepresidenziale Ala Yousef, secondo cui del provvedimentobeneficeranno anche un centinaio di altri detenuti, tra cui duenote militanti femministe e attiviste per i diritti umani,Sanaa Seif e Yara Sallam. L'estinzione delle rispettive pene e'stata accordata alla vigilia di una delle ricorrenze piu'importanti del calendario islamico, Eid al-Adha, la Festa delSacrificio che cadra' domani e in occasione della quale e'tradizione scarcerare reclusi che non si siano macchiati direati particolarmente gravi. Fahmy, ora di sola nazionalita' canadese, e Mohamed,cittadino egiziano, erano stati arrestati nel dicembre 2013insieme al collega australiano Peter Greste e a tre tecnici.Anche a Greste erano stati inflitti tre anni per le stesseimputazioni ma in contumacia, essendo stato espulso all'iniziodi febbraio. Fahmy, che nel frattempo ha rinunciato alla doppiacittadinanza proprio per poter espatriare, dovrebbe essererimandato in Canada non appena sara' uscito di prigione. Ilprocesso a loro carico aveva suscitato sdegno in tutto ilmondo, mettendo in serio imbarazzo Sisi. (AGI)