Congo: scontri polizia opposizione, 4 morti, interrotto internet

(AGI) - Brazzaville, 21 oct. - Internet mobile, i servizi dimessaggeria mobile e il segnale della radio francese, Rfi, unadelle piu' ascoltate, restano interrotti nella capitale dellaRepubblica del Congo, Brazzaville e nella capitale economicadel paese, Pointe Noire, all'indomani delle violenze tra leforze dell'ordine e gli oppositori al referendum costituzionalesul quale i congolesi sono chiamati al voto domenica 25ottobre. Oggi nella capitale la situazione e' calma, cosi' comenella citta' di Pointe Noire, nel sud del paese sulla costaatlantica. Negli scontri tra oppositori al referendum e le forzedell'ordine, di ieri, sono rimaste

(AGI) - Brazzaville, 21 oct. - Internet mobile, i servizi dimessaggeria mobile e il segnale della radio francese, Rfi, unadelle piu' ascoltate, restano interrotti nella capitale dellaRepubblica del Congo, Brazzaville e nella capitale economicadel paese, Pointe Noire, all'indomani delle violenze tra leforze dell'ordine e gli oppositori al referendum costituzionalesul quale i congolesi sono chiamati al voto domenica 25ottobre. Oggi nella capitale la situazione e' calma, cosi' comenella citta' di Pointe Noire, nel sud del paese sulla costaatlantica. Negli scontri tra oppositori al referendum e le forzedell'ordine, di ieri, sono rimaste uccise 4 persone nelle dueprincipali citta' del paese. Il referendum costituzionale, fortemente voluto dalpresidente Denis Sassou Nguesso, gli permetterebbe diripresentarsi alle elezioni presidenziali del 2016 per un terzomandato. Nguesso, 72 anni, e' al potere da oltre 30 anni e lacostituzione vigente gli impedirebbe di ricandidarsi, non soloperche' prevede due mandati, ma anche per limiti di eta'. Le violenze sono scoppiate poco dopo l'annuncio pubblico,durante la mattinata, delle autorita' che hanno vietato ognimanifestazione contro il referendum. Giovani sono scesi nellestrade e' hanno incendiato pneumatici, eretto barricate indiversi quartieri e la polizia ha aperto il fuoco in piu'occasioni. Ora la vita sta lentamente tornando alla normalita',qualche negozio sta riaprendo, ma, ancora, molti congolesi nonritengono sicuro uscire nemmeno per recarsi al lavoro. (AGI)