Algeria: missione imprenditoriale Guidi, mercoledi' in Marocco

(AGI) - Roma, 14 set. - Al via la missione del ministro delloSviluppo Economico Federica Guidi in Nordafrica. Domani ilMinistro si rechera' ad Algeri dove e' in programma una seriedi incontri istituzionali con le maggiori cariche del Paese tracui il Primo Ministro Abdelmalek Sellal, il Ministrodell'Industria e delle Miniere Abdeslam Bouchouareb e ilMinistro dell'Energia Salah Khebri. Mercoledi' il ministroGuidi sara' a Rabat, in Marocco, dove sono previsti incontricon il capo del Governo Abdel-Ilah Benkirane e con il Ministrodell'Industria, Moulay Hafid El Alami. Ad accompagnare ilMinistro Guidi ci sara' una folta

(AGI) - Roma, 14 set. - Al via la missione del ministro delloSviluppo Economico Federica Guidi in Nordafrica. Domani ilMinistro si rechera' ad Algeri dove e' in programma una seriedi incontri istituzionali con le maggiori cariche del Paese tracui il Primo Ministro Abdelmalek Sellal, il Ministrodell'Industria e delle Miniere Abdeslam Bouchouareb e ilMinistro dell'Energia Salah Khebri. Mercoledi' il ministroGuidi sara' a Rabat, in Marocco, dove sono previsti incontricon il capo del Governo Abdel-Ilah Benkirane e con il Ministrodell'Industria, Moulay Hafid El Alami. Ad accompagnare ilMinistro Guidi ci sara' una folta delegazione di imprenditori erappresentanti di Ice, Simest, Sace, GSE e Cassa Depositi ePrestiti. La delegazione italiana sara' accolta domani mattinaall'aeroporto internazionale di Algeri dal ministrodell'Industria e delle Miniere, Abdeslam Bouchouareb, edall'ambasciatore italiano, Michele Giacomelli che di recenteha evidenziato la natura "speciale" delle relazioniitalo-algerine, confermata "dell'eccezionale intensita' degliscambi che hanno avuto luogo soprattutto nel corso dell'ultimoanno tra i due paesi a tutti i livelli e in ogni settore":dalle visite ad Algeri di numerosi rappresentanti del governoitaliano e del premier Matteo Renzi, agli incontri a livello didelegazioni imprenditoriali e di rappresentanti delleamministrazioni locali, fino al terzo vertice bilaterale atenuto lo scorso 27 maggio a Villa Madama. Al termine dei colloqui bilaterali tra i due ministri e'prevista una sessione allargata al resto della delegazione alseguito e alle imprese italiane gia' presenti ad Algeri. Ilculmine della giornata e' previsto intorno a mezzogiorno, conla firma presso la residenza di Stato "El Mithak" di unmemorandum di intesa del Comitato congiunto di cooperazioneindustriale. Il programma prevede poi un incontro con ilministro dell'Energia, Salah Khebri, dove imprese del compartoenergetico al seguito potranno incontrare separatemene i lorointerlocutori del settore, e un'udienza con il primo premieralgerino, Abdelmalek Sellal. Durante il vertice di Villa Madamadel 27 maggio scorso, il premier Renzi aveva individuato tresettori chiave delle relazioni economiche tra i due paesi:energia, infrastrutture e cooperazione industriale. L'Algeria e' per altro il primo mercato di destinazionedelle merci italiane in Africa. Le autorita' algerinepuntano molto sullo sviluppo di un tessuto industriale in gradodi ridurre la dipendenza dalle importazioni. Sebbene esistanoalcune condizioni di rigidita' per gli investimenti stranieri(ad esempio la regola del 51/49), sempre piu' imprese europeedimostrano di sapersi adattare a tale contesto, scommettendosul vasto mercato dell'Algeria (oltre 40 milioni di abitanti),sul basso costo della manodopera e dell'energia, e sullastabilita' del paese. La collaborazione economica bilateralefunziona anche "al contrario" con investimenti algerini inItalia, come dimostrato dall'investimento di Cevital aPiombino, nelle acciaierie ex Lucchini. Secondo gli ultimi dati del Centro nazionale algerino perle statistiche, l'Italia si e' confermata nel primo semestre2015 come primo cliente dell'Algeria con un ammontare totale di3,30 miliardi di dollari, malgrado una diminuzione del 19,58per cento rispetto al primo semestre del 2014. Gli idrocarburicontinuano a rappresentare la quasi totalita' delleesportazioni verso l'Italia con 3,23 miliardi di dollari.L'Italia ha anche in cantiere il progetto Galsi (GasdottoAlgeria Sardegna Italia), volto al trasporto di metano algerinoverso il nostro paese, anch'esso parte della lista dei"progetti d'interesse comunitari" del 2013. (AGI).