Calcio

Roma-Inter 1-1, gol di Perisic e Nainggolan

Roma - Pari e patta all'Olimpico nel secondo anticipo della 30esima giornata di Serie A. Roma e Inter, infatti, pareggiano 1-1 con reti, tutte nella ripresa, di Perisic e Nainggolan. In classifica, i giallorossi, terzi, salgono a 60 punti, mentre i nerazzurri vanno a 55 e lasciano al quinto posto la Fiorentina. Dopo 4' la Roma e' gia' pericolosa al 4' con Perotti, che sfiora la traversa di destro. L'Inter replica con Ljajic e Perisic, anche Eder sembra ispirato e Brozovic recupera tanti palloni. Il match diventa equilibrato, Perisic non e' preciso al 28', Nainggolan al 31' tenta la percussione centrale, al 33' Brozovic spreca svirgolando una ripartenza nerazzurra. Al 35' Salah, imbeccato da Pjanic, infila Handanovic con un gran tocco ma Damato fischia un giusto off-side. Due occasioni giallorosse nel finale: al 40' El Shaarawy impegna Handanovic da distanza ravvicinata, al 46' Salah spreca davanti all'estremo ospite una gran palla di Digne.

Buon avvio di ripresa per la Roma ma e' l'Inter, all'8', a passare. Manolas perde palla, Brozovic serve Perisic ed il suo diagonale vale il vantaggio nerazzurro. Dentro Dzeko per Keita, i giallorossi non hanno una gran reazione ed e' il bosniaco, al 23', ad impegnare di testa Handanovic (ma il tocco di mano di Miranda, sullo stacco, era da rigore), prima di spedire alle stelle, al 24', una palla che chiedeva solo di essere insaccata. La Roma prova a spingere, l'Inter non arretra ed El Shaarawy, al 30', spedisce di poco a lato. Al 36' Salah si gira in area e trova attento Handanovic, al 37' Nagatomo salva sulla linea su Dzeko e al 39' la Roma trova il pari: assist involontario di Dzeko, arriva Nainggolan e battezza l'angolino. Allo scadere, ultima chance per Salah, che calcia a botta quasi sicura sulla sagoma di Dzeko. (AGI) 


19 marzo 2016 ©
22/02/2016 21:06

Roma - Chi si aspettava la resa dei conti a Trigoria è rimasto deluso. Il giorno dopo lo scontro Totti-Spalletti, culminato con l'esclusione del capitano dalla sfida casalinga che la Roma ha dominato contro il Palermo all'Olimpico, non c'e' stato nessun duello. L'allenamento si e' svolto regolarmente, Totti ha lavorato con il resto del gruppo come se nulla fosse successo e dopo la seduta sul campo i due protagonisti si sono chiusi in una stanza e hanno parlato a lungo.

Top secret il contenuto del colloquio che lascia pero' intravedere un riavvicinamento e un chiarimento per quanto riguarda il Totti giocatore. Diverso invece il futuro di Totti all'interno della Roma, quello il capitano dovrà discuterlo con Pallotta in persona al suo prossimo passaggio nella capitale in programma nella prima settimana di marzo. Sarà quello il momento clou, quello nel quale Totti, che al termine del contratto da calciatore che scade a giugno, ha con la Roma ancora sei anni di contratto da dirigente, deciderà cosa vuol fare del suo futuro.

L'importante sara' essere chiari da entrambe le parti, perche' se e' vero che la Roma non puo' rimanere 'schiava' del suo numero 10, e' altrettanto corretto dare a Totti la possibilita' di svincolarsi e andare a giocare altrove, ammesso che decida di farlo. Non sarebbe il primo ne l'ultimo dei grandi campioni del calcio italiano a finire la carriera in qualche torneo milionario dall'altra parte del mondo. Intanto ieri ha incassato la stima del popolo romanista che all'Olimpico si e' schierato chiaramente dalla sua parte: fischi a Spalletti al momento delle formazioni e una vittoria spettacolare con cinque gol al Palermo passata in secondo piano proprio per la querelle col leader giallorosso.

Il mister toscano a fine gara ha provato ad ammorbidire i toni, ma la frittata ormai era fatta. Per il resto, al Fulvio Bernardini, oggi allenamento defatigante per chi ha giocato ieri con grande euforia attorno a Dzeko e Strootman: il primo si e' finalmente sbloccato realizzando una bellissima doppietta, il secondo e' tornato in campo tredici mesi dopo l'infortunio che poteva costargli la carriera. (AGI) 

19/02/2016 16:00

Roma - Torna a Roma il grande appuntamento con il “Panini Tour”. L’iniziativa promozionale per il lancio della collezione “Calciatori 2015-2016” dà appuntamento ai fan delle figurine domani e dopodomani 20 e 21 febbraio a Piazza Vittorio Emanuele II (all’interno dei Giardini Nicola Calipari) (ore 10.30-19.30).

Dopo il grande successo degli scorsi anni, migliaia di collezionisti piccoli e grandi si incontreranno nel prossimo weekend per partecipare alle “Figuriniadi”, l’attesissimo Campionato nazionale di giochi con le figurine.

Tutti potranno giocare con le figurine, partecipare a quiz e prove di abilità e vincere premi e splendidi gadget. Il tour sarà anche un’occasione per scambiare le figurine con altri collezionisti o con Panini, per completare così il proprio album. Il programma completo e tutte le news sono disponibili su www.calciatoripanini.it.

Nel grande “villaggio” Panini a Roma – articolato su accoglienti tensostrutture ed ampie aree esterne attrezzate – saranno organizzate diverse gare a premi, tra cui “Figu Record”, a chi lancia le figurine più lontano, “Figu Quizzone” a chi risponde al maggior numero di domande sul calcio e sulla collezione “Calciatori”, e “Speedy Attack” a chi attacca più rapidamente le figurine sull’album. Sarà poi possibile scambiare figurine con gli altri collezionisti e anche con la Panini. Coloro che si saranno registrati, avranno partecipato ad almeno due dei tre giochi o avranno vinto almeno una sessione di gioco, potranno scambiare con Panini ben 10 figurine. Scambi con l’azienda anche per chi avrà prenotato attraverso il servizio di Mancolista Online. Chi si presenterà con l’album “Calciatori 2015-2016” completo riceverà un timbro di certificazione e uno speciale kit per il completamento dell’album. Nel “villaggio”, sarà anche presente un’area in cui verranno illustrate le “Figu Regole”, ovvero i 12 punti che ogni perfetto collezionisti rispetta, e saranno celebrati i collezionisti virtuosi.

“Ogni anno l’uscita della collezione Calciatori dà l’inizio a un rito che vive di diversi momenti, che quest’anno abbiamo voluto addirittura ricordare all’interno dell’album con la descrizione delle ‘Figu-regole’ per il perfetto collezionista”, ha dichiarato Antonio Allegra, direttore mercato Italia di Panini “Nell’ambito di questa ritualità, la tappa di Roma è caratterizzata dal confronto tra i tifosi delle 2 squadre di calcio della Capitale, antagonisti nel cuore ma amanti delle figurine Calciatori. Al Panini tour i supporter di tutte le squadre - e di tutte le età - trovano una base comune di espressione della propria passione, e hanno l’opportunità di condividerla in modo positivo e giocoso pur rimanendo affezionati ai propri colori”.

Oltre che a Roma, gli eventi maggiori del “Panini Tour 2016” saranno ospitati anche nelle piazze di altre 3 città (Firenze, Torino e Genova). In programma pure numerosi altri eventi, che verranno realizzati nei centri commerciali: saranno una sessantina quelli che, in tutta Italia, ospiteranno stand e corner della Panini di diversi formati, con quiz e giochi a premi e la distribuzione di album e figurine della collezione “Calciatori 2015-2016”. In totale, tra piazze e centri commerciali, il tour di quest’anno si svilupperà per un totale di quasi 120 giornate evento. Importante sarà anche la presenza del tour sul web e nei maggiori social. Sarà possibile seguire le varie tappe sul sito internet www.calciatoripanini.it, la pagina Facebook Calciatori Panini, il canale YouTube, i feed di Twitter, il profilo Instagram e la app gratuita iCalciatori. In particolare, sui vari social saranno pubblicati le foto e i video migliori realizzati dai collezionisti.

La nuova collezione “Calciatori 2015-2016” comprende 893 figurine su giocatori e squadre di Serie A TIM, Serie B ConTe.it, Lega Pro, Serie D, Campionato Primavera TIM e Serie A Femminile. L’album di 128 pagine ha una copertina preziosa e colorata: vi spiccano i colori della Serie A riprodotti su bandiere, oltre all’immancabile immagine del “calciatore in rovesciata”. Tante sono le novità di questa raccolta: sale a 22 il numero delle figurine dei calciatori per ciascuna squadra di Serie A TIM; crescono le dimensioni delle figurine fustellate dei singoli calciatori di Serie B ConTe.it; tornano i “Quiz del Tifoso” sul retro delle figurine di Serie A e da quest’anno anche della Serie B; si arricchisce la sezione “Film del Campionato” e arriva la nuova sezione “RafFIGUra la tua squadra” con i disegni realizzati dai collezionisti. Un’altra grande novità riguarda il concorso “Vota i tuoi idoli”, che consentirà ai collezionisti di eleggere online i giocatori più amati in Italia votandoli su www.calciatoripanini.it.

12/01/2016 21:00

Roma - Incredibile ma vero. L'addio di Rudi Garcia alla Roma viene ufficializzato da un tweet della fidanzata Francesca Brienza: "Garcia ha amato la sua Roma. Ora onore a chi verra'". E' l'insolito epilogo di una querelle che ha visto oggi l'ormai ex tecnico giallorosso guidare i due allenamenti a Trigoria. Cosi', mentre Spalletti, scelto dal club per la sua successione, volava a Miami per incontrare il presidente Pallotta, lui distribuiva fratini a una squadra frastornata per quanto stava accadendo sui campi del Fulvio Bernardini. Difficile che questo possa ripetersi domani, giorno nel quale la squadra potrebbe essere affidata temporaneamente a De Rossi senior, attuale tecnico della primavera giallorossa, in attesa dell'arrivo di Spalletti.

Il resto e' una trattativa che si andra' a concludere questa notte dall'altra parte dell'oceano con il tecnico toscano che, dopo lo scalo tecnico a Parigi, sbarchera' a Miami alle 23 ora italiana. Se tutto andra' come dovrebbe, i dettagli sul contratto del tecnico verranno discussi a quatt'occhi con il presidente Pallotta e il "nuovo" tecnico della Roma dovrebbe tornare nella Capitale giovedi' verso l'ora di pranzo. Per poter quindi allenare la squadra il giorno successivo, non prima pero' di aver visto il gruppo probabilmente gia' nel pomeriggio di giovedi'. Il resto e' suggestione per l'ennesimo ritorno di un "ex" sulla panchina (nella gestione americana era gia' accaduto con Zeman) e la curiosita' per vedere come Spalletti mettera' in campo una rosa pensata per un altro allenatore. Chiaro che Spalletti, oltre al lauto assegno, chiedera' alla societa' giallorossa garanzie sul mercato di gennaio per prendere almeno un paio di elementi.

(AGI)

(12 gennaio 2016)

02/01/2016 22:04

Roma - Pochi colpi, ma buoni. Visto il grande equilibrio in testa, le cinque sorelle della serie A (ma non solo) si muovono a caccia dell'acquisto giusto, in grado di fare saltare il banco. Roma e Milan si muovono forte su Perotti: deludente e 'nervosa' prima parte di stagione per il 10 del Genoa, tra prestazioni un po' cosi' e cartellini rossi. Ma il talento non si discute e allora Sabatini e Galliani hanno bussato alla porta di Preziosi: i giallorossi sono in chiaro vantaggio, Mihajlovic pero' spera nel clamoroso sorpasso per puntare dritto alla zona Champions.

Non sta a guardare l'Inter. Thohir vuole gente all'altezza, Mancini gli ha stilato una short list che prevede, ai primi posti, Lavezzi e Rabiot del Psg, Candreva e Biglia della Lazio: sara' dura, durissima, specie per i laziali vista la resistenza di Lotito, che potrebbe invece cedere all'offerta del Manchester United per Felipe Anderson. In Inghilterra parlano di 50 milioni di euro, con il brasiliano il ballottaggio con Kane del Tottenham e l'ex milanista Pato. Il Watford intanto bussa per Keita, che sta trovando pochissimo spazio con Pioli. Tornando all'Inter, per Lavezzi c'e' la concorrenza della Juve (che segue sempre Guendogan) e l'affare potrebbe slittare a gennaio, quando il Pocho sara' svincolato, mentre torna in auge l'ipotesi Rabiot, in rotta con la societa' francese. Ma occhio all'Arsenal. Nel Psg gioca (poco) anche Debuchy: c'e' la Roma sulle sue tracce.

La Juventus e il trequartista, riparte l'inseguimento: Allegri non ha mai nascosto il gradimento per Isco, il 23enne spagnolo e i suoi agenti incontreranno martedi' i vertici del Real Madrid per chiedere la cessione visto il poco spazio che sta trovando con Benitez e il rischio dunque di rimanere fuori dai convocati di Del Bosque per Euro2016. Alla finestra il Manchester City di Pellegrini, che lo ha gia' allenato ai tempi del Malaga.  

In attesa di sviluppi per Perotti, il Genoa si prepara ad abbracciare Suso e sogna il colpo Giuseppe Rossi: Pepito, ormai fuori dai piani di Paulo Sousa, piace tanto a Gasperini, che ha chiesto in alternativa Immobile (lo vuole anche la Samp, il Siviglia pare pero' orientato a trattenere l'ex Torino) e Floro Flores. Ocampos potrebbe essere il primo colpo di gennaio della Fiorentina. Il 21enne attaccante argentino era stato fortemente voluto a Marsiglia da Bielsa: arrivato al Velodrome nel gennaio 2015 in prestito dal Monaco, era stato poi riscattato in estate per 7 milioni di euro. Ma in questa stagione non ha saputo confermarsi e sarebbe ormai vicino al passaggio ai viola con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto. "Il contratto? Nessuna novita' e non ci sono appuntamenti previsti a breve", dice il portiere del Palermo, Sorrentino. Wallace Oliveira dos Santos si appresta a chiudere anche la sua seconda esperienza italiana. Il 21enne terzino brasiliano di proprieta' del Chelsea, nella stagione 2013-14 in prestito all'Inter e approdato con la stessa formula al Carpi nella scorsa estate (solo sette presenze fin qui), sta per tornare in Brasile. La stampa locale da' per certo il suo approdo al Gremio. Sempre in Brasile, si parla dell'ennesimo ritorno di Robinho al Santos. L'ex attaccante del Milan e' attualmente in forza al Guangzhou Evergrande di Scolari. Il futuro di Ibrahimovic potrebbe invece essere in Premier. "Mi piacerebbe vederlo in Inghilterra a fine stagione - dice il suo manager Raiola -. Penso che sia un tipo di calcio fatto apposta per lui, per la sua forza fisica, per le sue capacita', per la sua tecnica".(AGI)

(2 gennaio 2016)