Sport

Calciomercato: Perotti sbarca a Roma, Regini al Napoli

Roma  - Parafrasando un famoso film di Giuseppe Tornatore, il rinnovo di Massimiliano Allegri è una pura formalità. Non sarà l'operazione più clamorosa di questa finestra invernale di mercato che domani si chiuderà definitivamente, ma per la Juventus non è certo banale assicurarsi la competenza del mister livornese, in scadenza di contratto ma pronto ad impegnarsi a lungo con la 'Vecchia Signora'. Che, al momento, sembra decisa a rinunciare a Saponara, considerato dall'ad Beppe Marotta non ancora maturo per una piazza come quella bianconera.

Diego Perotti è invece pronto per dare il suo contributo alla Roma, dove ritroverà un altro ex genoano come Iago Falque. Il 27enne centrocampista offensivo argentino ha disputato oggi la sua ultima partita agli ordini di Gasperini e in queste ore, salvo clamorose sorprese, supererà le visite mediche di rito.

La Sampdoria ha tra le mani il sostituto di Eder: si tratta di Fabio Quagliarella, punta d'esperienza che, in rotta con la tifoseria del Torino, dovrebbe dire sì ai blucerchiati, che cercano rinforzi dell'ultimora per uscire da una evidente crisi di risultati.

Il Napoli invece veleggia in testa alla classifica ma non rinuncia a inserire elementi di qualità nella rosa di Maurizio Sarri, che dopo Mirko Valdifiori prenderà Vasco Regini, ex pupillo del coach dei partenopei all'epoca dell'Empoli e attuale difensore della Sampdoria. I blucerchiati stanno pensando di sostituirlo con Guglielmo Stendardo, ormai in rotta con l'Atalanta.

Dopo Ashley Cole, il Los Angeles Galaxy pesca ancora nel campionato italiano. E' in arrivo nella Mls anche Nigel De Jong, 31enne centrocampista olandese, che conclude proprio prima del derby la sua avventura con la maglia del Milan.

Il Torino avrebbe avuto un'offerta dal Marsiglia per Maxi Lopez ma Giampiero Ventura difficilmente si priverebbe di un altro attaccante dopo l'addio a Quagliarella. Robert Lewandowski, infine, non si muoverà dal Bayern Monaco, che a fine stagione passerà da Pep Guardiola a Carlo Ancelotti. Il prolifico attaccante polacco, corteggiato dal Real Madrid, ha assicurato di non voler cambiare aria: "Ho imparato a convivere con questi rumors, non mi disturbano, nè mi distraggono", ha detto l'ex Borussia Dortmund. Che però non ha giurato amore eterno al club bavarese: "Per un professionista è difficile dire certe cose, ci sono stati tanti calciatori che si sono sbilanciati, ma poi le cose cambiano, cambiano anche gli allenatori e lo spazio che si trova in squadra, o magari arrivano offerte molto interessanti". (AGI)

(31 gennaio 2016)