Sport

Coppa Italia: Alessandria sogna, dalla Lega Pro alla semifinale

Roma - L'Alessandria, squadra che milita in Lega Pro, raggiunge la semifinale di Coppa Italia, dove incontrerà il Milan. I piemontesi hanno vinto 2-1 in rimonta a La Spezia. Continua così la bella cavalcata dell'Alessandria, che nei turni precedenti aveva eliminato Altovicentino, Pro Vercelli, Juve Stabia, Palermo e Genoa. Dopo un buon avvio di gara, vivace da ambo le parti, a cambiare l'inerzia della sfida è stata una trattenuta in area alessandrina sulla quale l'arbitro Tagliavento non ha avuto dubbi: al 18' Celiak ha letteralmente squarciato in due la maglia di Valentini nel tentativo di impedirne l'inserimento e il direttore di gara ha indicato il dischetto del rigore sul quale un minuto più tardi si è presentato Calaiò, "l'arciere" ex-Catania che non ha sbagliato spiazzando il portiere Vannucchi e infilando la sfera nell'angolino destro. L'Alessandria ha subito provato a reagire e ha sfiorato il pari cinque minuti più tardi quando Fischnaller ha fatto partire un diagonale destro sul quale Chichizola non ha trattenuto ma è stato poi bravo ad anticipare Marconi al momento del tap-in. Al 34' è stato invece Calaiò a pasticciare quando, tutto solo davanti a Vannucchi, ha cercato una via di mezzo tra un tiro e un assist a Situm semplificando però la vita all'estremo difensore dei piemontesi che ha bloccato a terra.

Dopo il riposo, partenza con il turbo per l'Alessandria, con Marras che da posizione defilata sulla sinistra ha chiamato alla deviazione in corner Chichizola e poi ha concluso dalla distanza centralmente nelle braccia del portiere. Ma al 18' la squadra di Gregucci ha rischiato di incassare il raddoppio, salvata solamente dall'istinto di Vannucchi che ha fermato col corpo la conclusione a botta sicura di Calaiò. E in una serata in cui i due portieri l'hanno fatta da padroni, protagonista dall'altra parte di campo Chichizola che al 23' e al 24' ha messo in corner altrettanti colpi di testa di Fischnaller e Marconi. A sette minuti dal termine, l'estremo difensore argentino nulla ha potuto pero' sul pari di Bocalon: Nicco si e' scontrato con Migliore in area, la sfera e' terminata sui piedi del neo entrato che ha resistito a Terzi, ha saltato Valentini e depositato in rete. Ma in pieno recupero, al 47', lo stesso attaccante veneziano ha trasformato in realtà il sogno dell'Alessandria, si è liberato di Valentini e ha infilato di testa la palla sul secondo palo della porta spezzina facendo esplodere di gioia i circa mille tifosi ospiti arrivati stasera a La Spezia. (AGI)

(18 gennaio 2016)