Sardegna

Fisco: anomalie in dichiarazioni 2013, lettera a 3mila sardi

(AGI) - Cagliari, 29 giu. - L'Agenzia delle entrate inviera' nei prossimi giorni quasi 3mila comunicazioni ad altrettanti contribuenti della Sardegna per segnalare possibile errori o dimenticanze nei redditi dichiarati nel 2013 e dare loro la possibilita' di rettificare evitando cosi' accertamenti o contenziosi. Il maggior numero di lettere raggiungera' il Sassarese (1.127). Seguono le province di Cagliari (1.005), Nuoro (446) e Oristano (280). Nuove comunicazioni sono previste a settembre. I primi tremila invii riguardano persone fisiche, fra le quali titolari di partita Iva.
Chi ricevera' le lettere (via pec o per posta ordinaria) ha due possibilita': se ritiene di avere le carte in regola dovra' contattare l'Agenzia (dal lunedi' al venerdi' dalle 9 alle 17 ai numeri 848.800.444 da telefono fisso o 06.96668907 da cellulare, selezionando l'opzione "servizi con operatore-comunicazione accertamento"), per evitare che l'anomalia si traduca in futuro in un accertamento vero e proprio. Si possono anche contattare gli uffici territoriali della direzione provinciale dell'agenzia, oppure usare Civis, il canale di assistenza per gli utenti dei servizi telematici, che consente anche di inviare in formato elettronico gli eventuali documenti necessari.
Se, invece, il contribuente verifica che il rilievo del fisco sia fondato potra' regolarizzare con agevolazioni la propria posizione, con sanzioni ridotte previste dal nuovo ravvedimento operoso. In questo caso bisogna presentare una dichiarazione integrativa e versare le maggiori imposte dovute, gli interessi e le sanzioni, indicando nel modello F24 il codice atto riportato in alto a sinistra sulla comunicazione. (AGI)
Red/Rob


29 giugno 2016 ©