Abruzzo

Rifiuti: Cogesa, stima utile di 140 mila euro per bilancio 2017

(AGI) - Sulmona (L'Aquila), 21 apr. - Il COGESA continua la sua crescita confermandosi tra le aziende leader nel settore del ciclo integrato dei rifiuti in Abruzzo. La prova del trend positivo arriva dal bilancio di previsione 2017 che si chiude con una stima di utile di esercizio di circa 140.000 euro. In un momento storico caratterizzato dal passaggio alle raccolte "porta a porta", il COGESA si prepara ad importanti investimenti in tecnologie avanzate, all'ammodernamento del proprio parco macchine e alla stabilizzazione del personale precario. Poi, con l'ingresso di nuovi Comuni soci, il 2017 sara' per l'azienda peligna un anno di espansione territoriale in provincia dell'Aquila e in quella di Pescara. Come sottolinea l'amministratore unico Giuseppe Quaglia "Siamo ad un anno di vera svolta per il COGESA. Gia' riconosciuta tra le aziende di eccellenza nel settore ambientale, COGESA si caratterizza per la totale proprieta' pubblica e per la gestione dell'intero ciclo integrato dei rifiuti dalla raccolta fino all'avvio a recupero. Oggi, dopo aver consolidato l'assetto aziendale e reso possibile l'ingresso di nuovi soci con la messa a disposizione di nuove azioni, il nostro obiettivo prioritario e' ridurre il materiale da smaltire in discarica. Infatti, avvalendoci di tecnologie all'avanguardia stiamo spostando sempre piu' il fuoco dell'attenzione dallo smaltimento al recupero dei materiali come previsto dal modello dell'economia circolare. L'accresciuto conferimento di rifiuti differenziati determinera' nel corso del 2017 il potenziamento dell'impianto di selezione dei materiali recuperabili. Sempre sul versante della sostenibilita' ambientale, la novita' assoluta sara' la realizzazione a Sulmona di un Centro del Riuso finanziato dalla Regione. Il Centro prevede lo stoccaggio e la messa a disposizione di beni durevoli come computer, biciclette, elettrodomestici, infissi, mobili, abbigliamento e manufatti in generale. In sostanza - spiega Quaglia - e' una struttura finalizzata a dare nuova vita a oggetti altrimenti destinati al recupero di materiali o addirittura allo smaltimento". Secondo Quaglia "nel 2017 si raccoglieranno i frutti del lavoro, dell'impegno e dello sforzo che l'azienda, attraverso i suoi dirigenti e le sue maestranze, ha profuso in questi anni". Ecco una sintesi delle principali attivita' del 2017. Completamento dei lavori nei Centri di Raccolta siti nei comuni di Sulmona, Castel di Sangro, Castelvecchio Subequo, Capestrano, Villalago e San Demetrio. Con la rete dei Centri di Raccolta il parco macchine sara' costituito prevalentemente da mini compattatori piu' idonei alla viabilita' urbana. Sono gia' stati consegnati cinque dei ventuno automezzi di piccola dimensione previsti dal piano degli investimenti. L'area ex Pastorino, ceduta in uso al COGESA, verra' sottratta all'abbandono e al degrado destinandola a nuove funzioni. Gli edifici presenti saranno ristrutturati e adibiti alle attivita' logistiche di COGESA. Inoltre nel perimetro del polo tecnologico COGESA saranno installati pannelli fotovoltaici per la produzione di circa 60 kW/h di energia elettrica. Il duraturo successo di COGESA - commenta l'azienda - scaturisce dalla capacita' di ascoltare le esigenze delle amministrazioni comunali e degli utenti, dalla continua ricerca della efficacia, dell'efficienza e dell'economicita' gestionali e dalla capacita' di entrare in sintonia con i progetti di tutela ambientale e di sviluppo dei territori in cui opera. (AGI)
Red/Ett


21 aprile 2017 ©