Politica

Salvini ritwitta "spara ai giudici", poi si scusa "errore dello staff"

Roma - "#ladifesaesemprelegittima giudici comunisti di merda. Spariamo a loro prima". Questo il tweet di un utente, rilanciato da Matteo Salvini sul suo profilo ufficiale. Un post che ha provocato una bufera sul leader della Lega che dopo alcune ore ha parlato di un "errore" del suo staff. Salvini ha ritwittato molti messaggi di protesta contro il provvedimento sulla legittima difesa, all'esame della Camera e contro cui si sta battendo il Carroccio.

"Smentisco e condanno la frase" - "Smentisco e condanno nella maniera piu' ferma e assoluta la frase 'sparare prima ai giudici' che mi viene attribuita. Si tratta di un tweet delirante rilanciato per errore dallo staff e dai cui contenuti prendo e prendiamo le distanze. Altra cosa e' condannare l'atteggiamento del Pd a favore dei delinquenti che per l'ennesima volta rimanda l'approvazione della legge sulla legittima difesa", è la dichiarazione di Salvini.

Le proteste di Pd e Sel - "Che vergogna" scrive l'esponente dem Francesco Nicodemo. "Il leader della Lega retwitta messaggi deliranti in cui si inneggia a sparare prima 'ai giudici comunisti di merda'. Siamo ben oltre il livello di guardia, ed e' necessario che su questa vicenda siano presi gli adeguati provvedimenti ma e' anche ora che l'irresponsabile Salvini si fermi e la smetta, pur di raccattare 4 voti, di avvelenare l'Italia dando spazio ai deliri piu' brutali e violenti. Il suo e' un gioco irresponsabile e pericoloso" denuncia il coordinatore di Sel Nicola Fratoianni. (AGI)


11 marzo 2016 ©