Politica

Vendola e il compagno hanno un figlio, è polemica

Roma - L'ex governatore della Puglia, Nichi Vendola, è diventato papà: è nato ieri in una clinica in California, tramite maternità surrogata, il piccolo Tobia Antonio, figlio del leader di Sel e del compagno italo-canadese Eddy Testa. La notizia è riportata oggi in prima pagina dal quotidiano Libero. Erano anni che Vendola parlava del suo desiderio di paternità: "E' un pensieri che riposa nella mia vita e che ho sempre rimandato", aveva detto. E ancora: "Uso provocatoriamente questo mio sogno contro la pigrizia della politica sul tema dei diritti civili". Ora, all'indomani del voto sulle unioni civili che ha però escluso le adozioni, si vedrà se i giudici italiani riconosceranno la paternità di Vendola (il padre biologico del bimbo è infatti il compagno Eddy).

Immediatamente scoppiano le polemiche. Su Facebook il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, va giù durissimo: "Vendola e il suo compagno sono diventati "papà", affittando l'utero di una donna californiana. Questo per me non è futuro, questo è solo disgustoso egoismo".

Nichi Vendola replica ai commenti negativi riguardo alla nascita di suo figlio e del compagno Ed Testa e sottolinea che "non c'è volgarità degli squadristi della politica che possa turbare la grande felicità che la nascita di un bimbo provoca". "Condivido con il mio compagno una scelta e un percorso - prosegue - che sono lontani anni luce dalla espressione "utero in affitto". Questo bambino è figlio di una bellissima storia d'amore, la donna che lo ha portato in grembo e la sua famiglia sono parte della nostra vita. Quelli che insultano e bestemmiano nei bassifondi della politica e dei social network mi ricordano quel verso che dice: "ognuno dal proprio cuor l'altro misura" (anche se capisco che citare Dante non faccia audience)".

Il senatore Maurizio Gasparri (FI) controreplica alle affermazioni del leader di Sel: "Le parole di Vendola - dice Gasparri - sono desolanti. Vorrei sapere cosa pensano tutti quegli esponenti della sinistra come Anna Finocchiaro e tanti altri del Pd che nei giorni scorsi hanno detto che nessuna legge dovrà  mai favorire l'utero in affitto. Si può essere contro questa pratica e non dire nulla sulla sua applicazione pratica? Quello di Vendola è un caso di utero in affitto. Vorremmo sapere costi, dettagli e circostanze di questo traffico. Lo squadrismo è praticato da chi strappa un bambino a una madre e investe soldi per realizzare questa operazione che in Italia è vietata. Chi sta dalla parte di Vendola lo dica. Sono dalla parte del mercimonio dei bambini". (AGI)


28 febbraio 2016 ©