Politica

Campidoglio, centrodestra prende tempo. Rita Dalla Chiesa ritira candidatura

Roma - Della candidatura del centrodestra a Roma se ne riparlera' a marzo. Silvio Berlusconi ha preso tempo, ha spiegato di voler aspettare le primarie del Pd romano prima di chiudere il cerchio. Perche' al momento la casella per la corsa al Campidoglio e' l'unica scoperta: a Bologna correra' Lucia Borgonzoni, a Torino Osvaldo Napoli, a Napoli Gianni Lettieri e a Milano - l'annuncio e' arrivato oggi - Stefano Parisi. La candidatura di Rita Dalla Chiesa e' durata un giorno. L'ex premier ieri sera aveva spiegato che la conduttrice tv aveva dato la sua disponibilita', aggiungendo pero' di voler puntare su Guido Bertolaso. L'ho sentito al telefono, si e' preso un altro paio di giorni ma penso che sara' lui, si convincera', ha detto ai coordinatori regionali azzurri. E il Cavaliere punta anche a convincere Salvini scettico da settimane sulla discesa in campo dell'ex capo della protezione Civile. Oggi Salvini e Meloni rilanciano lo strumento delle primarie, ma il primo, annunciando di disertare ulteriori riunioni sulle candidature, ("basta balletti", ha sottolineato) non esclude la pista Marchini, mentre la presidente di Fdi non e' intenzionata a ripensarci, nel caso di una convergenza di FI e Carroccio sul candidato civico schiererebbe Fabio Rampelli. I big azzurri continuano a 'sponsorizzare' Marchini, convinti che conquistando Roma si possa dare un segnale di sfratto anche a Renzi. Il Cavaliere non e' convinto, ma non esclude alcuna pista. "Serve- ha spiegato ai suoi - un nome credibile, meglio aspettare ancora". Dunque resta il rebus nel centrodestra. (AGI) 


10 febbraio 2016 ©