Estero

Cosa sappiamo dell'attentato di Parigi

Parigi ripiomba nel'incubo del terrorismo, a due giorni dalle elezioni presidenziali: giovedì sera un uomo armato di kalashnikov ha sparato contro la polizia sugli Champs Elysees. L'attacco, in cui sono rimasti uccisi un agente e l'attentatore mentre due persone sono rimaste ferite, è stato rivendicato dall'Isis. 

Leggi anche: Un soldato dell'Isis nel salotto buono di Parigi: la simbologia dietro l'attentato

Cosa sappiamo dell'attentato sugli Champs Elysees

  • La sparatoria è avvenuta giovedì sera intorno alle 21, di fronte al numero 104 degli Champs Elysees, davanti alla sede del grande magazzino 'Marks & Spencer'
  • Un uomo è uscito da una macchina e ha sparato con un kalashnikov contro la polizia
  • Nell'attacco sono morti un agente e l'attentatore
  • Un altro polizotto e una turista tedesca sono rimasti feriti
  • I testimoni riferiscono di due aggressori
  • L'agenzia Amag, usata dal sedicente Stato Islamico, ha rivendicato l'attentato 
  • L'autore dell'attentato è Karim Cheurfi: un cittadino francese 39enne di Livry-Gargan (Seinte-Saint-Denis) con molti precedenti di criminalità comune, una ventina dal 1996
  • Cheurfi era uscito dal carcere nel 2015 dove era finito per aver tentato di uccidere tre uomini, nel 2001 a Roissy-en-Brie: era in liberta' vigilata ma non rispettava i termini imposti dal giudice
  • Su di lui l'antiterrorismo aveva iniziato a indagare a febbraio dopo che aveva minacciato di morte alcuni membri delle forze dell'ordine
  • Gli investigatori hanno trovato un fucile da caccia e armi bianche nell'auto del killer
  • Un uomo segnalato alla Francia dai servizi belgi, e ritenuto un possibile complice dell'attentatore, si è presentato in un commissariato di polizia ad Anversa
  • L'attacco si è verificato mentre era in corso l'ultimo confronto tra gli 11 candidati all'Eliseo che hanno condannato l'accaduto
  • Tre membri della famiglia dell'attentatore sono stati fermati durante blitz notturni nei sobborghi orientali di Parigi e sono stati interrogati dall'antiterrorismo

Il quarto attacco in Francia ad opera dell'Isis:

  • 13 novembre 2015: strage a Parigi a opera di un commando di Isis, che uccise 130 persone  colpendo in modo coordinato diversi punti della città, dallo Stade de France al locale Bataclan.
  • 14 luglio 2016: a Nizza un uomo a bordo di un camion investì e uccise 86 persone sulla Promenade des Anglais.
  • 26 luglio 2016: viene sgozzato in una chiesa padre Jacques Hamel, 86 anni, mentre stava dicendo messa da due jihadisti.

21 aprile 2017 ©