Estero

Paura per dirottamento su Cipro, "voleva rivedere ex moglie"

Roma - L'Europa ancora scossa dagli attentati di Bruxelles ha vissuto una mattinata di apprensione per il gesto un "idiota". Cosi' un funzionario del ministero degli Esteri egiziano ha definito l'uomo che alle 8.20 ha costretto il pilota del volo MS-1821 della compagnia Egyptair sulla rotta Alessandria d'Egitto-Il Cairo ad atterrare a Larnaca minacciando di farsi esplodere e che alle 14 circa si è arreso.

A bordo non sono stati trovati gli esplosivi che l'uomo minacciava di avere. Tuttavia non e' stata fatta ancora assoluta chiarezza sulle motivazioni del gesto.
Il volo aveva toccato terra alle 8.50. A bordo vi erano 55 passeggeri, tra cui un italiano, e 7 membri dell'equipaggio. Già poche ore dopo l'atterraggio dell'aereo il dirottatore aveva rilasciato diversi passeggeri. A bordo erano rimasti soltanto l'equipaggio e quattro stranieri e ciò, insieme alla minaccia dell'uomo di farsi esplodere utilizzando una cintura esplosiva, aveva fatto temere che si trattasse di un kamikaze.

La polizia ha poi precisato che la presunta cintura esplosiva era stata 'assemblata' con involucri di telefoni cellulari. L'uomo si chiama Seif el Din Mustafa, egiziano. Per il governo cipriota è disturbato mentalmente. "Non parliamo di terrorismo, ma di un'azione individuale di una persona mentalmente instabile", ha affermato il ministro degli Esteri cipriota Ioannis Kassulidis. L'uomo ha prima chiesto asilo politico, e poi il rilascio di alcune detenute egiziane ma in realtà il suo obiettivo era di parlare con la ex moglie, che vive nell'isola. Per poterla incontrare ha lanciato una lettera dall'aereo, che ha indotto la polizia a contattare la donna e farla arrivare in aeroporto.

"C'e' sempre una donna di mezzo...non e' terrorismo", ha affermato il presidente cipriota, Nicos Anastasiades. La polizia ha confermato la richiesta di liberare detenute politiche egiziane avanzate dall'uomo. Mustafa è ancora sotto interrogatorio e per questo motivo non è ancora stata fornita una versione ufficiale sulle sue richieste. 

La vicenda, che aveva visto Israele elevare il livello di allerta, si è conclusa circa sei ore dopo l'inizio del dirottamento con il rilascio di tutti gli ostaggi e dell'equipaggio. Alcune immagini, girate sui social network, mostrano un ostaggio del volo fuggire dalla finestra della cabina di pilotaggio e altri invece dalle scaletta anteriore. L'uomo è stato arrestato. (AGI) 

 

 


29 marzo 2016 ©
02/03/2016 07:42

Auckland - Un A380 della Emirates e' atterrato in Nuova Zelanda dopo aver completato il volo non stop piu' lungo della storia dell'aviazione commerciale. Il servizio tra Dubai e Auckland ha coperto 14.200 chilometri, battendo il precedente record di 13.800 chilometri detenuto dalla rotta Sydney-Dallas della Qantas. Il volo Emirates si aggiudichera' anche il record di durata durante il suo ritorno a Dubai, atteso in 17 ore e 15 minuti. Questo record avra' pero' vita breve: a fine febbraio Emirates lancera' la rotta Dubai-Panama, per coprire la quale saranno impiegate 17 ore e 35 minuti. (AGI)

19/02/2016 09:48

Torino - Un aereo della Air France, con a bordo 44 passeggeri e 4 membri dell'equipaggio, in partenza da Torino alle 6.20 e diretto a Parigi Charles De Gaulle, è stato cancellato dopo che, in fase di partenza, poco prima del decollo, uno dei motori è andato in fiamme. Subito è scattata la procedura d'emergenza, con i passeggeri che hanno abbandonato l'aeromobile. Non si registra nessun ferito. (AGI) 

17/02/2016 15:40

Roma - Il volo Alitalia su cui viaggiava Papa Francesco il 12 febbraio scorso è stato preso di mira da un puntatore laser. Scattato l'allarme, la situazione però si è risolta nel giro di pochi minuti. Ne da notizia la stessa compagnia aerea.

"L'equipaggio di cabina del volo AZ4000 di venerdì 12 febbraio - si legge in una nota -, mentre era in fase di atterraggio all'aeroporto di Città del Messico, ha notato, come altri aerei, una luce laser che da terra puntava sui velivoli in arrivo. Il Comandante del volo, Massimiliano Marselli, ha prontamente fatto rapporto alla torre di controllo, come da normale procedura in occasioni come queste. Spetta alla torre di controllo informare le competenti autorità".

"Nessun membro dell'equipaggio, nè tantomeno alcun passeggero - conclude Alitalia - ha subito alcun danno. Le operazioni di atterraggio si sono dunque svolte regolarmente, in piena e totale sicurezza. L'aereo, un Airbus A330, era in viaggio da L'Avana a Città del Messico.(AGI)
 

15/02/2016 09:55

Roma - Un aereo della Virgin Atlantic, decollato da Londra e diretto a New York, e' rientrato a Heathrow dopo che un pilota e' stato accecato da un raggio laser. "Il primo ufficiale ha segnalato di sentirsi poco bene e con l'altro pilota ha deciso di rientrare, invece di affrontare la rotta atlantica", ha riferito un portavoce della compagnia, Jaime Fraser. A bordo dell'Airbus 340, secondo la Cnn, viaggiavano 252 passeggeri e 15 membri dell'equipaggio.

Si tratta dell'ennesimo caso di 'attacco' laser che prende di mira un aereo civile. Un gioco pericoloso, diffuso soprattutto negli Stati Uniti, dove secondo la Federal Aviation Administration, ente americano dell'aviazione civile, solo nel novembre scorso sono stati colpiti oltre 20 aerei. Anche l'Fbi si e' mobilitata per fermare questa pericolosissima "moda". Il raggio laser, oltre a disorientare i piloti in fasi delicate come decollo e atterraggio, e' in grado provocare seri danni alla vista, fino a bruciare la cornea. (AGI)