Estero

Da Croce Rossa belga appello per donazione di sangue

Bruxelles - In seguito alle esplosioni che hanno avuto luogo nella citta' di Bruxelles, la Croce Rossa belga ha chiesto a tutte le persone in buona salute tra i 18 e i 65 anni di donare il sangue. Attualmente le scorte a disposizione sono buone e permettono di affrontare l'emergenza e quindi e' richiesto "solo a donatori del gruppo 0 negativo e A negativo" di recarsi presso i centri della Croce Rossa, e non negli ospedali. (AGI)


22 marzo 2016 ©
22/03/2016 12:38

Il Cairo - Isis rivendica gliattentati compiuti oggi nella capitale belga Bruxelles. Conuna nota diramata dall'agenzia di stampa "Amaq", che fa capoal gruppo terroristico, tramite il social network"Telegram", la responsabilita' della serie di attentati chehanno provocato la morte di 26 persone, sottolineando lavelocita' con la quale sono stati messi a segno. Nel messaggio di rivendicazione non si trovano altri particolari circa l'attacco ma si promette, alla fine, l'esecuzione di ulteriori attentati in Europa. (AGI) 

22/03/2016 12:20

Roma - Bruxelles sotto attacco terroristico. Tre attentati hanno colpito l'aeroporto Zavantem e due stazioni della metropolitana, provocando decine di vittime. Secondo l'ultimo bilancio, si conterebbero almeno 26 morti - 11 nello scalo e 15 nella metro - e un centinaio di feriti, alcuni dei quali ricoverati in gravissime condizioni. L'Isis rivendica e annuncia nuovi attentati in Europa.

 

 

Un kamikaze si e' fatto saltare in aria alle 8 del mattino nel terminal partenze del principale scalo della citta', vicino al banco della American Airlines.

VIDEO - FOTO

Un'ora dopo, due ordigni sono esplosi all'interno della metropolitana, nelle stazioni di Maelbeek e Schuman, vicino alle istituzioni europee.

La testimonianza - "Un uomo ha urlato alcune parole in arabo, poi c'e' stata l'esplosione", ha raccontato un funzionario dell'aeroporto, "ho visto persone a terra immobili, coperte di sangue, altre senza gambe". Un dipendente di una compagnia aerea ha raccontato di aver sentito una seconda esplosione nell'aeroporto e di aver soccorso alcune persone, nascoste sotto i banchi del check-in.

La città è blindata, bloccato il traffico aereo - La citta' e' blindata per il timore di nuovi attacchi coordinati. Il traffico aereo e' stato bloccato, sono stati sospesi tutti i mezzi pubblici e innalzato lo stato di allerta al massimo livello, con unita' militari schierate nelle strade. Gli artificieri hanno fatto brillare un pacco sospetto a Rue de la Loi, tra le due stazioni della metro colpite dagli attacchi.

"Ci aspettavamo un attentato ed e' accaduto", ha affermato il premier belga, Charles Michel. Si tratta di attentati "chiechi, violenti e vigliacchi", il Paese e' dinanzi a "un momento nero" e fa "appello a tutti a dimostrare calma e solidarieta', dobbiamo rimanere uniti", ha aggiunto il premier. "Siamo in guerra", ha dichiarato il premier francese, Manuel Valls, che ha avuto un gabinetto di crisi con il capo dell'Eliseo, Francois Hollande. Alla riunione hanno partecipato anche i ministri dell'Interno, Bernarde Cazeneuve, e quello della Difesa, Jean-Yves Le Drian.

Eurostar cancella i treni da Londra

L'ambasciata italiana in Belgio non e' ancora in grado di quantificare l'eventuale coinvolgimento di italiani. "Per il momento le forze di polizia sono troppo impegnate ad assicurarsi che non ci siano altri attacchi in corso o in preparazione per poter fornire un bilancio delle vittime e dei feriti", ha detto all'Agi l'ambasciatore Vincenzo Grassi, "neanche noi siamo in grado di sapere nulla. Siamo mobilitati con tutto il personale dell'ambasciata e facciamo ricerche autonome ma le difficolta' dell'uso del telefono le rendono particolarmente difficili".

 

 

Cordoglio per le vittime e' stato espresso dal capo dello Stato. "Gli ultimi, gravissimi attentati di Bruxelles confermano tragicamente che l'obiettivo del terrorismo fondamentalista e' la cultura di liberta' e democrazia. Esprimo il mio cordoglio per le vittime e la piu' decisa condanna per gli esecrabili atti di violenza. Va ribadita la ferma convinzione che la risposta alla minaccia terroristica deve trovare saldamente uniti i Paesi dell'Unione europea", ha affermato Sergio Mattarella. "Con il cuore e con la mente a Bruxelles, Europa", e' il primo commento a caldo di Matteo Renzi, su Twitter. Il premier presiedera', alle 15, il Comitato Nazionale Sicurezza al Viminale. L'attacco a Bruxelles segue di poco piu' di tre giorni la cattura di Salah Abdeslam, il decimo uomo del commando della strage del 13 novembre a Parigi, nella quale morirono 130 persone. La procura belga aveva lanciato l'allarme per la possibilita' di nuovi attentati. (AGI)

22/03/2016 12:17

(AGI) - Parigi, 22 mar. - Dalla Francia alla Russia, i leader internazionali si stringono attorno al Belgio colpito al cuore dal terrorismo.  "Attraverso gli attentati di Bruxelles, e' tutta l'Europa che e' stata colpita", ha dichiarato il presidente francese, Francois Hollande. "Siamo in guerra", gli ha fatto eco il premier francese, Manuel Valls, che stamane ha tenuto un gabinetto di crisi su quanto accaduto a Bruxelles. Alla riunione hanno partecipato anche i ministri dell'Interno, Bernarde Cazeneuve, e quello della Difesa, Jean-Yves Le Drian.

"Con il cuore e con la mente a Bruxelles, Europa", e' stato il primo commento a caldo di Matteo Renzi, su Twitter. "Gli ultimi, gravissimi attentati di Bruxelles confermano tragicamente che l'obiettivo del terrorismo fondamentalista e' la cultura di liberta' e democrazia. Esprimo il mio cordoglio per le vittime e la piu' decisa condanna per gli esecrabili atti di violenza. Va ribadita la ferma convinzione che la risposta alla minaccia terroristica deve trovare saldamente uniti i Paesi dell'Unione Europea", ha dichiarato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha chiamato il collega belga Didier Reynders per esprimergli la vicinanza e l'affettuosa solidarieta' del governo e del popolo italiano.

"Un giorno molto triste per l'Europa". Da Amman, il capo della diplomazia europea, Federica Mogherini, ha commentato cosi' i tragici fatti di Bruxelles. Apparsa molto provata, in lacrime, Mogherini al termine della conferenza stampa e' stata abbracciata dal collega giordano. Anche il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, si e' definito "sgomento", sottolineando che "questi attacchi segnano un nuovo punto in basso, da parte dei terroristi, al servizio dell'odio e della violenza". 

Il presidente russo Vladimir Putin, ha definito "barbarica" la serie di attentati che ha sconvolta Bruxelles e ha condannato l'accaduto. "La lotta contro questo male esige la piu' stretta cooperazione internazionale". "Questi attentati non hanno alcuna giustificazione e dimostrano ancora una volta che terrorismo non conosce frontiere e minaccia popoli di tutto il mondo". (AGI) .

22/03/2016 11:57

Milano - Le due bandiere, francese e belga, in qualche modo umanizzate, in lacrime e sotto la scritta: "13 novembre...22 mars...": e' l'omaggio del vignettista di Le Monde, Plantu', agli eventi in corso in Belgio, una tragica riedizione di quanto avvenuto a Parigi, sotto attacco jihadista, lo scorso anno quando vennero uccise 130 persone.
Le due bandiere sono rese quasi fossero piccoli omini, con il tricolore francese (blu, bianco e rosso) che ha un braccio attorno alle spalle di quello belga (nero, giallo e rosso), nell'atto di consolarlo.

In campo la macchina della solidarietà, a sostegno delle persone coinvolte dagli eventi in corso a Bruxelles, il mondo dei social network si mobilita. Safety Check attivo per Bruxelles. Facebook ha reso disponibile la funzione che permette agli utenti di comunicare attraverso il social la propria condizione durante attentati o disastri. Lo strumento era già stato utilizzato durante gli attentati di Parigi nel novembre 2015. In quell'occasione gli utenti avevano sfruttato l'applicazione per comunicare con i propri parenti e conoscenti, informandoli di essere sopravissuti agli attacchi. 

Intanto su Twitter dalle prime ore della mattinata è trend topic l'hashtag #PrayForBelgium

Anche i belgi non si perdono d'animo e si rimboccano le maniche. I tassisti in servizio all'aeroporto di Zaventem stanno offrendo il trasporto gratuitamente ai passeggeri che devono lasciare lo scalo. (AGI)