Estero

Kamikaze fa strage nel cuore di Istanbul - VIDEO

Istanbul - E' salito a 5 il numero delle vittime dell'attentato suicida che ha colpito il cuore di Istanbul. Tra questi due cittadini statunitensi. Lo ha reso noto la Casa Bianca. Le altre vittime sono due cittadini israeliani ed un iraniano, riferisce la Bbc, aggiungendo che si contano almeno 36 feriti. Teatro dell'attacco, in cui e' morto il kamikaze che si sospetta sia un simpatizzante di Isis, la centrale Istiklal Street, via dello shopping di Istanbul. Tra i feriti si contano 11 israeliani, due irlandesi, un tedesco, un islandese, un iraniano ed un emiratino.

La strage è avvenuta al'incrocio con una stradina che immette su viale Istiklal, strada dello shopping, poco distante dalla piazza di Galatasaray e dal centro commerciale Demiroren, il più grande della zona. Alcuni dei feriti sono in gravi condizioni, compresa una bambina di sette anni.

Emerge con forza la pista che conduce all'Isis, insieme alla consapevolezza che il vero obiettivo dell'attacco sarebbe stata piazza Taksim in un'ora di punta. Preso dal panico per il grande spiegamento di forze di polizia, il kamikaze si e' fatto saltare prima.

Il governo turco, intanto, ha puntato il dito contro i separatisti curdi del Pkk e ha vietato la diffusione di immagini sul teatro dell'attacco. 

Dell'attentato è stata indiretta testimone Skin, la vocalist degli Skunk Anansie, popolarissima anche per il suo ruolo di giudice nel talent-show di Sky, 'X Factor', perchè l'esplosione è avvenuta all'esterno dell'albergo in cui alloggiava. Su Twitter ne ha dato notizia lei stessa: "Enorme bomba all'esterno del nostro albergo. Sto bene, molto scossa, gente morta, scene terrificanti".

 

Beautiful Istanbul taken before the horrendous bomb blast that just went off outside our hotel. Many people injured,...

Pubblicato da Skin Skinny su Sabato 19 marzo 2016

 

La tensione nel Paese è altissima. Domenica scorsa un altro attentato aveva causato 37 morti ad Ankara e giovedì e venerdì la Germania aveva chiuso le sue rappresentaze diplomatiche per timore di attacchi. C'è allerta anche per le celebrazioni del capodanno curdo Newroz che avranno il loro culmine lunedì a Diyarbakir, nel sud-est. (AGI)

 


19 marzo 2016 ©