Estero

Le impronte Salah nel covo di Bruxelles

Bruxelles - La polizia scientifica belga ha trovato rilevato le impronte e tracce di Dna di Salah Abdeslam, il super ricercato per gli attentati del 13 novembre a Parigi, nell'appartamento perquisito a Forest, a Bruxelles. Lo riferisce un portavoce della procura federale secondo cui Salah e' uno dei due uomini fuggiti dopo il raid delle teste di cuoio belghe.  

L'algerino ucciso durante il blitz nel quartiere di Forest a Bruxelles, Mohamed Belkaid, 35 anni sarebbe, "piu' che verosimilmente", colui che sotto la falsa identita' di Samir Bouzid forni' appoggio logistico ai membri della cellula jihadista autrice degli attacchi. Ad annunciarlo la Procura Federale belga. Secondo fonti di stampa Belkaid era nella lista delle reclute dellì'Isis consegnata giorni fa da un pentito a Sky News e ha combattuto in Siria dall'aprile 2014 con il nome da battaglia Abou Abdel Aziz al-Jazayri. Dopo il ritorno dalla Siria sarebbe passato per la Svezia. Nell'appartamento del blitz la polizia ha trovato un kalashnikov, 11 caricatori, un libro sui salafiti e una bandiera dell'Isis. (AGI)


18 marzo 2016 ©