Estero

Clima: da riscaldamento a luce, 6 eco-passi per salvare la Terra

Roma - "Non diamo per scontato questo pianeta" ha ammonito nel suo primo e attesissimo discorso per l'Oscar, Leonardo Di Caprio, ambientalista convinto. Ma cosa? Spegnere la luce quando si esce dalla stanza, ad esempio, preferire un maglione in piu' piuttosto che alzare la temperatura in casa. E poi utilizzare la bicicletta. Ecco gli eco-consigli del WWF per l'85% degli italiani che si dice pronto a cambiare le proprie abitudini pur di fare qualcosa contro il riscaldamento globale.

- RISCALDAMENTO - Usa con attenzione il timer, anche con il riscaldamento centralizzato e' incluso nel contabilizzatore di calore; fallo accendere 30 minuti prima di arrivare a casa (o alzarsi la mattina) e spegnere 30 minuti prima di uscire. Non esagerare con le temperature, meglio un maglione che piu' CO2, piu' inquinamento e piu' raffreddori quando esci. Le temperature consigliate sono 20°C di giorno e 13°C di notte. Abbassare il termostato di 2 gradi fa risparmiare il 6% della CO2 dovuta al riscaldamento.Chiudi le tende e le persiane al tramonto per impedire la dispersione di calore attraverso le finestre e verifica la presenza di spifferi da finestre e porte: gli spifferi certo non fanno bene alla salute! E potresti risparmiare 500 kg di CO2 ogni anno.Isolare pareti e soffitti puo' far risparmiare dal 20 al 30 per cento dei costi di riscaldamento domestici e ridurre le emissioni di CO2 da 63 a 550 kg all'anno.Sostituire le finestre tradizionali con finestre a doppi o tripli vetri, con le intercapedini riempite di gas inerti, puo' far risparmiare da 2,4 a 9,8 tonnellate di CO2 all'anno.Se si vive in una casa con giardino, piantare alberi che fanno ombra e far dipingere la casa di colori chiari se si vive in un clima caldo, o di colori scuri se si vive in un clima freddo puo' far risparmiare fino a 2,4 tonnellate di emissioni di CO2 all'anno.

- CONDIZIONATORI - I maggiori consumi elettrici ormai si registrano in estate, con le ondate di calore e l'uso dei condizionatori. Limita l'uso ai periodi di maggior bisogno, non abbassare troppo la temperatura (fa anche male alla salute), usa sempre gli apparecchi piu' efficienti. Pulisci o sostituisci i filtri dell'aria, altrimenti si spreca energia perche' gli apparecchi lavorano di piu' per aspirare l'aria attraverso i filtri sporchi. La pulizia di un filtro dell'aria puo' risparmiare il 5 per cento dell'energia utilizzata e 175 chili di CO2 all'anno.

- LUCE - Spegni sempre la luce quando lascia una stanza.

- ELETTRODOMESTICI - Non lasciare gli elettrodomestici in stand-by e ricordare di non lasciare i computer portatili e telefoni cellulari in carica inutilmente: fa bene al portafoglio e anche alle batterie.Lava sempre a pieno carico usando la lavatrice e la lavastoviglie: alla fine dell'anno avrai risparmiato piu' energia di quanto creda. Impostare la lavatrice o con acqua tiepida o fredda, non calda. Passare dall'acqua calda a quella tiepida per due carichi alla settimana puo' salvare quasi 500 chili di CO2 all'anno.Asciuga i vestiti fuori durante la bella stagione, usa il meno possibile l'asciugatrice: risparmierai almeno il 20% di energia per ogni bucato e oltretutto i vestiti asciugati all'aria aperta sanno di pulito!

- TRASPORTI - Quando possibile, vai a piedi, in bicicletta, usa i mezzi pubblici, condividi con altri il passaggio in auto. Ognilitro di benzina risparmiato evita circa 10 chili di emissioni di CO2. Riduci la quantita' di rifiuti riducendo l'acquisto di beni confezionati, scegliendo prodotti riutilizzabili rispetto a quelli usa e getta, e riciclando. Per ogni chilo di rifiuti evitati o riciclati, si risparmia energia e si riducono le emissioni di CO2 di almeno un chilo.

- ENERGIA 'FAI DA TE' - Usa energia rinnovabile: se hai spazi adeguati, diventa autoproduttore, altrimenti pretendi dal tuo fornitore energia davvero rinnovabile. La concentrazione record di CO2 in atmosfera e' frutto soprattutto dell'uso enorme dei combustibili fossili, carbone, petrolio e gas (in ordine di emissioni di CO2 se bruciati). Se tantissimi di noi diventano autoproduttori o chiedono la certezza della fornitura "verde" di energia elettrica, costringeremo le compagnie elettriche a offrire servizi e connessioni, non cercare di venderci piu' energia: una vera rivoluzione pulita. (AGI)

 


18 marzo 2016 ©