Estero

Brigitte Bardot contro la Spagna, "no a martirio levrieri"

Parigi - La sua ultima battaglia, a favore dei diritti animali, è contro la "mostruosità" della caccia con levrieri e segugi che "degrada l'immagine della Spagna e della stessa dignità umana". Così la famosa attrice, icona sexy degli anni Settanta, Brigitte Bardot (81 anni) ha scritto una lettera al premier spagnolo Mariano Rajoy per chiedere di mettere fine a questo "autentico martirio" che rappresenta l'addestramento e anche l'esecuzione, "le peggiori pene che riesca a commettere l'essere umano", nei confronti di questi animali.

I detrattori ribattono che gli animali non solo sono liberi prima di essere uccisi, ma negano anche i maltrattamenti e la crudelta' cui verrebbero sottoposti. "Sarebbe invece un orgoglio per la Spagna ma anche una vittoria per gli animali" l'abolizione di questo 'sport', ha fatto sapere la Bardot. Dal leone Cecil ai muli, BB si è trasformata nel corso degli anni da star del cinema e icona sexy a convinta animalista. (AGI) 


09 marzo 2016 ©