Estero

Cessate il fuoco in Siria, colloqui riprenderanno il 7 marzo

Ginevra - E' entrato in vigore allo scoccare della mezzanotte (le 23 in Italia) il cessate il fuoco in Siria raggiunto sulla base dell'intesa russo-americana. Dalla tregua nelle ostilita' - la prima da quando e' iniziata la guerra a marzo del 2011 - sono escluse le due formazioni terroristiche piu' pericolose, Isis e il braccio di al Qaeda in Siria, il fronte Jubath al Nusra. Se la tregua reggera' i negoziati di pace indiretti riprenderanno il prossimo 7 marzo, ha annunciato l'inviato Onu, Staffan de Mistura. Originariamente avrebbero dovuto ripartire il 25 febbraio ma vista l'assenza di progressi si e' preferito attendere l'evolversi della situazione, che ha portato all'intesa sul cessate il fuoco. La ripresa dei negoziati, ha spiegato De Mistura, dipendera' "dal rispetto del cessate il fuoco e dall'arrivo degli aiuti umanitari nelle citta' assediate". Su questa linea la decisione assunta all'unanimita' dal Consiglio di Sicurezza Onu chje ha approvato una risoluzione che fa propia li''intesa russo-amesicana sulla tregua. (AGI)


26 febbraio 2016 ©