Estero

Siria, 500 morti in 10 giorni offensiva ad Aleppo

Beirut - Sono più di 500 i morti in dieci giorni di offensiva dell'esercito siriano, appoggiato dall'aviazione russa, per il controllo sulla provincia di Aleppo. E decine di migliaia le persone costrette a lasciare le loro case, 50mila secondo i dati del Comitato internazionale della Croce Rossa (Icrc) Secondo l'Icrc, la situazione umanitaria nella zona si sta deteriorando rapidamente e adesso ad Aleppo manca l'acqua potabile. Oggi ennesima riunione per cercare di risolvere politicamente il conflitto: i rappresentanti di 17 Paesi e e tre organizzazioni internazionali si riuniscono a Monaco per tentare di riattivare il processo diplomatico, dopo il fallimento dei negoziati di pace a Ginevra. Nella capitale bavarese, si ritrovano i capi delle diplomazia, tra cui il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni. Ma il ritorno delle delle parti in conflitto alla nuova tornata di negoziati, prevista per il 25 febbraio, sembra difficile da realizzarsi soprattutto dopo che mercoledi' l'opposizione siriana ha annunciato che non tornera' al tavolo se non si toglie l'assedio a diverse citta' siriana e non cessano i bombardamenti russi. (AGI) 


11 febbraio 2016 ©