Estero

La sfida di Pegida, cortei e proteste anti-Islam

06/02/2016 18:04

Calais - Il fenomeno del gruppo xenofobo Pegida, nato a meta' 2014 a Dresda, è tornato a far sentire alta la sua voce con una serie di manifestazioni in vari Paesi contro quella che definisce l'islamizzazione dell'Europa . Calais, passaggio obbligato nel nord della Francia per il Regno Unito, si sono registrati 20 arresti; in 15.000 hanno sfilato a Dresda, in Sassonia, e in 5.000 a piazza a Praga. Migliaia hanno manifestato in altre citta', tra cui Dublino.
A Dresda era assente il fondatore della formazione Lutz Bachmann, ufficialmente perche' malato anche se in dissidio con il resto dei vertici. La polizia tedesca ha schierato 1.000 agenti. In contemporanea in 2.000 hanno dimostrato contro Pegida, esortando a maggiore tolleranza verso i migranti. I due cortei sono stati tenuti a distanza di sicurezza dalla polizia
A Praga erano in 5.000 ad una manifestazione organizzata da due gruppi di estrema destra. La polizia ha arrestato 4 persone
A Dublino sono scoppiati tafferugli tra oppositori di Pegida in Irlanda e i partecipanti alla manifestazione
Lo stesso e' accaduto ad Amsterdam dove sono state arrestate una decina di manifestanti, sia filo che anti Pegida
Anche in Gran Bretagna, a Birmingham, in 150 hanno marciato per le strade della citta' contrastati, a distanza, da 60 anti Pegida. Altre dimostrazioni si sono avute a Varsavia, Bratislava (Repubblica Slovacca) e a Graz in Austria. 


06 febbraio 2016 ©