Estero

Migranti: euroscettici tedeschi evocano "uso armi" a frontiere

Berlino - La leader del partito euroscettico tedesco, Alternative fur Detschland (AfD), Frauke Petry, ha ipotizzato di "fare uso delle armi" in caso di estrema necessita', contro i rifugiati che attraversino illegalmente le frontiere, avvertendo che neanche le mura piu' alte potranno fermare la loro ansia di arrivare in Europa. "Nessun poliziotto vuole sparare su un rifugiato. Neppure io. Pero', in una situazione di estrema necessita', occorre fare uso delle armi", ha detto Petry, in dichiarazioni raccolte dal quotidiano Mannheimer Morgen. "Abbiamo bisogno di controlli alle frontiere completi perche' non entrino tanti profughi non registrati", sostiene la leader dell'AfD, una formazione emergente a cui i sondaggi assegnano fino all'11%. E di fronte all'insistente domanda su come debba reagire un poliziotto, se un rifugiato tenta di scavalcare un muro ed entra in territorio tedesco, ha risposto che costui "deve impedire il suo ingresso illegale, in caso di necessita' facendo uso della sua arma da fuoco". (AGI)