Estero

Azerbaigian: AGI a Forum Baku rafforza partnership con Azertac

03/10/2014 11:03
(AGI) - Baku, 3 ott. - Un ponte mediatico tra Italia eAzerbaigian, per sviluppare le relazioni tra i due Paesi sulfronte economico, politico e anche culturale e per costruireinsieme il futuro delle agenzie di stampa internazionalinell'era digitale. E' il senso dell'incontro a Baku tral'amministratore delegato di Agi, Gianni Di Giovanni e ildirettore generale dell'agenzia di stampa azera Azertac, AslanAslanov che, a margine dei lavori del Forum di Baku apertosiieri nella capitale azera, hanno voluto rinnovare l'alleanzatra le due testate. "Crediamo fermamente - ha detto Di Giovanni- che le nostre attivita' messe insieme possano al megliopromuovere gli scambi economici, culturali e istituzionali tral'Italia e l'Azerbaigian. Aslanov ha sottolineato come le dueagenzie nel tempo hanno portato avanti una "cooperazione disuccesso" e ha anticipato che nel 2016 Baku ospitera' epresiedera' due importanti appuntamenti per il settore: la XVIAssemblea Generale delle agenzie stampa dell'Asia e dell'OceanoPacifico, Oana, nonche' il V Congresso Mondiale delle agenziedi stampa. Il Forum internazionale umanitario di Baku si e'aperto ieri con un intervento del presidente azero HeydarAliyev che, ha sottolineato Aslanov, ha avuto grandi meritinello sviluppo delle relazioni tra l'Italia e il paesecaucasico, allargando la cooperazione anche in campo umanitarioe culturale. In quest'ottica rientrano varie iniziative portateavanti insieme, come quella a settembre all'Arena di Veronadove si e' svolto un mega concerto di musicisti italiani eazeri, e anche il restauro della catacomba romana dei SantiMarcellino e Pietro finanziata dalla fondazione della mogliedel presidente azero Heydar Aliyev. Di Giovanni ha quindisottolineato l'importanza dell'evento, alla sua quartaedizione, che ha riunito una folta delegazione di politici,businessman, accademici e media leader di 60 paesi peresplorare e discutere delle crisi mondiali, e affrontareproblemi come quello dell'intolleranza etnica e religiosa."Sono convinto ha detto Di Giovanni - che le due agenzieinsieme contribuiranno all'espansione dei legami politici,economici e umanitari tra i due Paesi". (AGI).