Economia

Olio: guerra trattori a Catania contro Ue,Coldiretti "un inganno"

Catania - "Assolutamente sbagliata la norma che il Parlamento europeo si e' intestardito ad approvare. E' impensabile pensare di aumentare di 35 mila tonnellate l'anno l'ingresso di olio dalla Tunisia a dazio zero". Lo afferma il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, a margine della mobilitazione degli agricoltori del Sud Italia in corso a Catania. "Proprio nell'anno in cui - ha aggiunto Moncalvo - c'e' stato un record di aumento delle importazioni dalla Tunisia. Questa norma non aiuta i produttori tunisini, fa male a quelli italiani e rischia di aumentare le frodi e i danni per i consumatori". Migliaia gli agricoltori del Mezzogiorno stamane a Catania per protestare in difesa dell'agricoltura 'Made in Italy' che rischia di perdere i prodotti simbolo, dalle arance ai mandarini, ma anche pomodori, grano e olio sotto attacco delle politiche comunitarie, delle distorsioni di mercato e delle agromafie. La mobilitazione scatta proprio nel giorno del via libera definitivo dell'Unione europea all'accordo che consente l'ingresso senza dazi di 35 mila tonnellate di olio di oliva dalla Tunisia in piu' che non aiuta i produttori tunisini, danneggia quelli italiani ed aumenta il rischio delle frodi a danno dei consumatori. Numerosi i trattori e i cartelli, nonche' gli stand allestiti per mostrare "l'inganno del falso Made in Italy". (AGI) 


10 marzo 2016 ©