Economia

Eurozona: disoccupazione gennaio 10,3%, minimo da agosto 2011

Bruxelles- Scende in gennaio la disoccupazione in Europa : come certifica Eurostat, il dato registrato nel primo mese dell'anno e' pari al 10,3% nel'Eurozona (era 10,4% in dicembre), ovvero il livello piu' basso dall'agosto del 2011. Nell'Ue a 28 paesi, la disoccupazione e' scesa all'8,9%, per la prima volta sotto il 9% dopo quasi 7 anni (maggio 2009). A essere disoccupati in gennaio erano 21,789 milioni di europei (di cui 16,647 nell'Eurozona), in calo di 163 mila rispetto a dicembre e di oltre 2 milioni rispetto al gennaio 2015 (di cui 1,445 milioni di disoccupati in meno solo nei 19 paesi della moneta unica). Nello stesso mese di gennaio, il tasso di disoccupazione negli Usa era pari al 4,9% (5,7% un anno prima).

Quanto alla disoccupazione giovanile, e' scesa al 22% nell'Eurozona e al 19,7% in Ue, contro rispettivamente il 22,8% e il 21% nel gennaio dell'anno scorso. In particolare, ad essere senza lavoro sono 4,434 milioni di giovani sotto i 25 anni nell'Ue, di cui 3,037 milioni nei soli 19 paesi dell'Euro. Con un tasso pari al 39,3%, in gennaio l'Italia si conferma al quarto posto per disoccupazione giovanile, dopo Grecia (48% nello scorso novembre), Spagna (45%), Croazia (44,1% nel quarto trimestre). I paesi con meno disoccupati sotto i 25 anni sono Germania (7,1%), Repubblica ceca (11%), Danimarca (11,1%) e Paesi bassi (11,2%). (AGI)

 


01 marzo 2016 ©