Economia

Agricoltura: Shaurli, sostegno aziende in difficolta' in Fvg

(AGI) - Trieste, 19 feb. - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Risorse Agricole e Forestali, Cristiano Shaurli, ha individuato i settori ai quali andra', in termini prioritari, il sostegno destinato alle piccole e medie imprese in difficolta' del mondo rurale. Sostegno, che e' previsto dal Regolamento approvato dalla Giunta regionale il mese scorso per l'erogazione di aiuti alle imprese finalizzati alla realizzazione dei piani di ristrutturazione aziendale.
"Si e' tenuto conto - spiega l'assessore Shaurli riferendosi al provvedimento approvato - dello stato di difficolta' generale che caratterizza l'intero comparto produttivo agricolo, riconoscendo nel contempo le piu' accentuate situazioni di crisi che hanno investito il settore cunicolo e quello lattiero caseario, e prestando anche attenzione ai riflessi di carattere sociale che un'eventuale fuoriuscita delle imprese dal mondo del lavoro provocherebbe".
"Privilegiando inoltre - prosegue l'assessore - le realta' che presentino maggiori garanzie di tenuta, ed evidenzino possibilita' di ripresa". Al fine della concessione dei contributi, sara' assegnata quindi priorita' alle imprese dei comparti cunicolo e lattiero caseario, alle aziende che manifestano uno stato di crisi maggiormente accentuato, e a quelle che garantiscono il mantenimento occupazionale attraverso la realizzazione del piano di ristrutturazione. Priorita', sara' altresi' assicurata alle aziende che richiedano l'erogazione di contributi per un importo che sia inferiore, in termini percentuali, rispetto all'onere complessivamente necessario per la realizzazione del piano di ristrutturazione. Attenzione prioritaria sara' infine assegnata alle imprese con il maggior grado di indipendenza dal mercato, indicato dalla piu' alta percentuale di prodotti agricoli propri utilizzati rispetto al totale dei prodotti agricoli complessivamente utilizzati nell'attivita' di impresa. Il provvedimento sara' pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione (Bur). (AGI)

Ts1/Bru


24 febbraio 2016 ©