Economia

Gdo: Familia, cresce la prima insegna del gruppo Selex (+2,5%)

(AGI) - Roma, 23 feb. - Ottime performance per Famila, insegna di punta del Gruppo Selex, che ha chiuso il 2015 con un incremento a parita' di rete del + 2,53% rispetto al 2014, contro un calo del - 0,23% della media del mercato, realizzando un fatturato di oltre 2 miliardi.
Anche il 2016 e' iniziato nel segno della crescita. Nel mese di gennaio e nella prima settimana di febbraio ha infatti registrato un aumento del + 3,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, sempre a parita' di rete di vendita, contro un andamento del mercato nazionale iper+super di segno negativo, - 0,56%.
Sono 6.600 i dipendenti, 231 punti di vendita per circa 450.000 mq di area complessiva di vendita, 19 nuovi punti di vendita previsti nel corso del 2016. L'insegna presidia le regioni del Nord, del Centro e del Sud con 77 supermercati nell'area Nielsen 1, 99 nell'area 2, 15 nell'area 3 e 40 nell'area 4.
"In un panorama distributivo piuttosto omologato - ha dichiarato Maniele Tasca, direttore generale del Gruppo Selex - i supermercati Famila hanno saputo distinguersi riuscendo a personalizzare la loro offerta, calibrandola sulle specifiche esigenze del territorio. In questi anni le nostre Imprese hanno dedicato particolare attenzione a rafforzare il posizionamento e la distintivita' di Famila agendo in modo efficace su tutte le leve del retail mix. Particolare attenzione e' stata dedicata al localismo che e' indubbiamente uno degli aspetti piu' apprezzati dalla clientela, oltre naturalmente all'ampiezza e alla qualita' dei reparti freschi, alla forte componente di servizio e alla convenienza tutto l'anno".
Il Gruppo Selex opera nel settore della grande distribuzione con 15 Imprese associate che gestiscono 2.470 punti di vendita in tutta Italia, con piu' di 31.000 addetti, per un fatturato al consumo 2015 di 9.850 milioni di euro (preconsuntivo).
Con una quota di mercato dell'11,3%, Selex e' il terzo player nazionale e fa parte della Centrale ESD Italia, a sua volta partner della Centrale EMD, leader in Europa. (AGI)
Bru


23 febbraio 2016 ©