Economia

Autogrill: espande attivita' nell'aeroporto di Pechino

(AGI) - Roma, 18 feb. - Il Gruppo Autogrill, attraverso HMSHost International, rafforza la propria presenza al Beijing Capital International Airport di Pechino, con tre nuovi punti vendita, che andranno ad aggiungersi ai sei locali di cui e' in corso l'apertura.
Autogrill, informa una nota, prevede che i tre punti vendita genereranno un fatturato di oltre 20 milioni di euro nel corso della durata dei contratti, che sara' di cinque anni per i locali Heineken Bar e Urban Food Market e di sei anni per il locale a marchio Du Hsiao Yueh. HMSHost gestira' i tre nuovi punti vendita, come i precedenti sei aggiudicati nell'aeroporto di Pechino, attraverso HMSHost Huazhuo (Beijing) Catering Management Co. Ltd, societa' in joint venture con l'operatore locale Huazhuo1. Si rafforza in questo modo una partnership strategica per Autogrill, che insieme a Huazhuo intende espandere ulteriormente la propria presenza nell'Aeroporto di Pechino e sulla zona costiera della Cina. "Siamo molti lieti attraverso l'aggiudicazione di questi punti vendita nell'aeroporto di Pechino, unitamente a quelli gia' vinti lo scorso aprile in occasione dell'ingresso nel Paese, di ampliare la nostra presenza in Cina. Inoltre la partnership commerciale con il noto brand Du Hsiao Yueh contribuisce a rafforzare la presenza di HMSHost nell'area asiatica e del Pacifico", ha dichiarato Walter Seib, ceo di HMSHost International. (AGI)
Fra (Segue)


18 febbraio 2016 ©