Economia

Eni: impegni presi a Gela rispettati, attivita' procedono

Roma - "Gli impegni presi sono stati rispettati e le attivita' procedono in linea con quanto previsto". Lo afferma Eni con riferimento allo stato di attuazione del protocollo di Gela del 6 novembre 2014. "Dalla firma dell'accordo - spiega il gruppo - sono stati avviati 53 cantieri tra le attivita' di produzione, di manutenzione e di risanamento ambientale con un investimento pari a 200 milioni. Le risorse complessive dell'indotto impiegate nel 2015 sono state pari a 1062 rispetto alle 900 unita' previste nel protocollo mentre quelle dirette sono attualmente 496 rispetto alle 400 previste per la raffineria di Gela". L'avvio della costruzione della Green Refinery in linea con il programma e' previsto per il primo trimestre 2016 "previe autorizzazioni che attendiamo entro febbraio di quest'anno a fronte di istanze presentate a luglio 2015 in anticipo di due mesi rispetto al programma. Per quanto concerne il progetto di sviluppo offshore a gas di Argo e Cassiopea, Eni sta procedendo con le attivita' di ingegneria con l'utilizzo di 70 ingegneri locali. Questo progetto e' stato ritardato in attesa di pronunciamento definitivo del Consiglio di Stato". (AGI)

(20 gennaio 2016)