Economia

Grecia: Tsipras, creditori ritirino le loro proposte assurde

05/06/2015 17:34
(AGI) - Atene, 5 giu. - E' opportuno che i creditori dellaGrecia ritirino le proposte "assurde" presentate al vertice diBruxelles di mercoledi' scorso. Lo ha dichiarato il primoministro ellenico, Alexis Tsipras. "Voglio sperare che questa proposta dei creditori vengaritirata, non possiamo accogliere in alcun modo proposteassurde", ha affermato Tsipras, che si e' detto "negativamentesorpreso dalla proposta di Juncker". "La nostra proposta ai creditori e' l'unica base realisticaper raggiungere un accordo", ha dichiarato Tsipras rivolto alParlamento, "abbiamo bisogno della fine dell'austerita' incombinazione con un alleggerimento del debito, ci serve unaccordo che metta fine ai discorsi sull'uscita della Greciadall'euro". "Non avrei mai potuto immaginare che i leader europei nonpotessero capire che nessun parlamentare greco voterebbe perridurre i benefici per i pensionati o per un aumento dell'Ivasull'elettricita'", ha proseguito il premier ellenico, "leproposte dei creditori sono irrealistiche e fanno marciaindietro rispetto al terreno comune che avevamo trovato gliscorsi mesi, il governo greco non puo' acconsentire in alcunmodo a proposte assurde, voglio sperare che questa proposta siaritirata dai creditori". Nonostante cio' Tsipras ritiene diessere "piu' vicini a un accordo che mai perche' la Grecia haavanzato una proposta realistica che non e' indifferente alleesigenze dei creditori". La proposta di Juncker aveva suscitato le ire di Syriza, ilpartito di Tsipras, in quanto chiedeva un colpo di spugna suquasi tutte i punti del suo programma elettorale: dall'aumentodel salario minimo alla promessa di non tagliare nuovamente lepensioni. Alla fine del discorso in Parlamento, Tsipras haquindi lanciato il guanto di sfida e promesso di presentarepresto un disegno di legge per il ripristino dellacontrattazione collettiva, che Ue e Fmi gli avevano domandatodi non attuare. "Vogliamo un alleggerimento del debito, avanziprimari piu' bassi, protezione dei pensionati e redistribuzionedei redditi", ha concluso Tsipras, "chiedo a tutti i partiti disostenere tutti gli sforzi del governo greco". La crisi greca ha bisogno di una "soluzione definitiva"quale la ristrutturazione del debito, ha aggiunto primoministro ellenico"La decisione di ieri di concentrare i pagamenti al FondoMonetario Internazionale alla fine del mese dimostra chenessuno vuole la rottura", ha concluso Tsipras. (AGI).