Economia

Landini, "grazie a Renzi anche la Fiat torna a scioperare"

18/10/2014 11:29
(AGI) - Bologna, 18 ott. - "Una ripresa degli scioperi anchealla Fiat e la partecipazione di persone anche non iscrittealla Fiom. Questo e' un primo risultato del governo Renzi:torna a far scioperare anche quelli che non scioperavano equindi questo consenso che lui dice di avere nel Paese disicuro tra i metalmeccanici non ce l'ha". E' il pensiero delsegretario generale della Fiom, Maurizio Landini, che hacommentato l'alta adesione alla mobilitazione di ieri a Torinoin occasione del vertice europeo su diritti e lavoro. "La veranotizia di ieri - ha detto Landini a margine dell'intitolazionedi una piazza di Bazzano, nel Bolognese, ai caduti nel lavoro -e' che c'erano 20mila metalmeccanici in piazza, come da temponon si vedeva". Rispondendo a Renzi, il quale aveva detto disentirsi spesso al telefono con i sindacati dei metalmeccanici,Landini ha osservato: "Se e' vero che ci sentiamo spesso non mipare che ascolti molto quello che gli diciamo. Quindi ho lasensazione che ci sentiamo troppo poco e che ascolti di piu' laConfindustria o qualcun altro che forse gli telefona meno magli scrive di piu'". Sugli incidenti di ieri a Torino duranteil vertice europeo su diritti e lavoro, Landini si e' auguratoche "sia stato un cattivo episodio di una cattiva gestionedella piazza e che non diventi, nelle prossime settimane diconflitto e mobilitazione, quella la strada per non parlare dicosa dice la gente nelle piazze". E' avvenuto - questa laricostruzione del leader delle tute blu - che c'era un gruppodi 50-60 persone che si sono aggregate alla fine del corteo eche in modo non certo condivisibile hanno cominciato a lanciareoggetti contro le forze di polizia e ad avere atteggiamenti chenon servono certamente in questa fase e non sono accettabili".Poi "c'e' stata una reazione credo eccessiva delle forzedell'ordine - ha sottolineato Landini - vista l'esiguita' delnumero di persone - che hanno cominciato a sparare lacrimogenianche verso la piazza e verso il palco, mentre quella piazzanon c'entrava niente". (AGI)