Cronaca

Gite scolastiche, ecco il vademecum Anav per i genitori

Roma - Controllare visivamente lo stato di manutenzione del pullman, l'eventuale usura degli pneumatici e la presenza a bordo di almeno un estintore. Verificare anche il certificato assicurativo e la presenza dei dischi che indicano il limite di velocita'. Sono alcuni dei consigli ai genitori che l'Anav, Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori, ha raccolto in un piccolo vademecum in caso di gite scolastiche dopo il tragico incidente avvenuto in Spagna.

"L'autobus e' lo strumento piu' sicuro sulla strada: basti pensare che e' 40 volte piu' sicuro dell'automobile e circa 300 volte piu' di motocicli e ciclomotori per chilometro/passeggero", spiega il presidente dell'Anav, Nicola Biscotti. "Ha comunque grande importanza il rispetto di una serie di regole per garantire la sicurezza dei nostri figli durante le gite d'istruzione e nel trasporto scolastico. La prima di queste e' evitare di acquistare un servizio di trasporto a 'prezzi stracciati' considerando che un prezzo medio di un servizio di trasporto scolastico e' di circa 1,60 euro per passeggero km".

Anav ha lanciato nei mesi scorsi la campagna "Sicurezza 10 e lode", con il blog www.gitasicura.it e con lo spot realizzato in collaborazione con la Polizia Stradale proprio per sensibilizzare genitori e docenti su questo tema.Infatti, oltre alle verifiche di competenza degli organizzatori su una serie di questioni amministrative (come l'iscrizione dell'impresa di trasporto al Registro Elettronico Nazionale, l'utilizzo dei conducenti in possesso dei titoli abilitativi obbligatori per leggi o la presenza della revisione annuale, il corretto rapporto tra numero di autisti e numero di autobus dell'impresa), ci sono verifiche empiriche che possono essere svolte anche dai genitori prima della partenza.

Ecco, dunque, un breve vademecum in cui si evidenziano alcuni aspetti da non sottovalutare prima che i ragazzi salgano su mezzo per trasporto scolastico. Il primo consiglio e' controllare visivamente l'eta' del mezzo e, in termini complessivi, lo stato di manutenzione dello stesso; quindi prestare attenzione all'eventuale usura degli pneumatici e controllare l'efficienza dei dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione; dei dispositivi retrovisori e degli indicatori di direzione. Fondamentale anche accertare la presenza di almeno un estintore a schiuma da 5 litri oppure di uno a neve carbonica da 2 chilogrammi; nel caso di pullman superiori ai 30 posti e' necessario che gli estintori siano almeno due. Verificare l'adempimento dell'obbligo assicurativo RCA mediante il certificato assicurativo tenuto a bordo del mezzo; questo'ultimo deve, inoltre, essere dotato di dischi applicati nella parte posteriore/esterna che indicano le velocita' massime consentite paria a 80 km/h-100km/h.

Ogni anno almeno 2 milioni di studenti utilizzano l'autobus per gite e viaggi di istruzione di uno o piu' giorni: l'autobus e' il mezzo di trasporto piu' utilizzato per i viaggi degli studenti delle scuole superiori (circa 54%) e soprattutto di scuole elementari e medie (circa 96%). Complessivamente il giro d'affari relativo al trasporto di studenti mediante autobus ammonta a 677 mln di euro (pari al 33,85% del totale). (AGI) 


21 marzo 2016 ©