Cronaca

Gloria Rosboch: la difesa "Valutare aspetto psichiatrico"

Torino - Sono terminati gli interrogatori di Gabriele Defilippi, Roberto Obert e Caterina Abbattista, le tre persone arrestate per l'omicidio di Gloria Rosboch, l'insegnante di Castellamonte uccisa il 13 gennaio, il cui cadavere e' stato ritrovato venerdi' nella cisterna di una discarica del Torinese. Il gip di Ivrea, Marianna Tiseo, che li ha interrogati al carcere di Ivrea, ha lasciato il penitenziario per recarsi in tribunale, dove in camera di consiglio deciderá se convalidare i fermi.

"La personalita' del ragazzo, e cio' si evince anche dai profili sui social network, necessita sicuramente di accertamenti psicologici" ha detto l'avvocato di Gabriele Defilippi, Pier Franco Bertolino, dopo l'interrogatorio di convalida del fermo dell'ex allievo di Gloria Rosboch. "E' molto provato - ha aggiunto l'avvocato - si sta rendendo conto solo adesso di quanto ha fatto". A proposito dell'esecutore materiale del delitto, il legale si limita a dire come "oramai non credo sia un elemento cosi' fondamentale". Insieme a Defilippi, il gip di Ivrea, Marianna Tiseo, ha interrogato anche l'amico e complice Roberto Obert e la madre dell'ex allievo, Caterina Abbattista, le cui eventuali responsabilita' sono ancora da accertare. La donna, infatti, aveva fornito agli inquirenti un alibi falso, raccontando che il 13 gennaio, giorno del delitto, si trovava all'ospedale di Ivrea, dove lavora come infermiera, ma in realta' si trovava da un'altra parte. Terminati gli interrogatori al carcere di Ivrea, il gip si e' riservato sulla decisione di convalida dei tre fermi.(AGI)


22 febbraio 2016 ©