Cronaca

Migranti, nel 2016 80.000 arrivi. Quattrocento morti

Ginevra - Sono circa 80.000 i migranti arrivati in Europa nelle prime sei settimane dell'anno, dopo aver attraversato il Mediterraneo a bordo di imbarcazioni di fortuna. Lo riferisce l'Alto commissariato Onu per i rifugiati, aggiungendo che 400 profughi sono morti durante la traversata. (AGI)


12 febbraio 2016 ©
11/02/2016 13:03

Bruxelles - Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha annunciato che un raggruppamento navale sotto comando tedesco si recherà "senza indugio" nel Mar Egeo per "collaborare alla lotta contro il traffico di esseri umani". Il comandante delle forze alleate in Europa, il generale americano, Philip Breedlove, è in fase di organizzazione di "un raggruppamento navale permanenteche si rechera' nel mar Egeo senza indugi per realizzare attivita' di monitoraggio", ha dichiarato Stoltenberg. La missione navale alla quale la Nato ha dato oggi il suo 'via libero' in via di principio deve far fronte alla crisi migratoria.

Geopolitica, a marzo seminario su 'nuovo (dis)ordine Mediterraneo'

(AGI) 

11/02/2016 07:50

New York - "Accoglienza e integrazione rappresentano la spina dorsale di qualunque società che voglia definirsi autenticamente democratica, libera e forte: è una lezione che gli Stati Uniti impartiscono ancora oggi e di cui l'Unione Europea puo far tesoro per rispondere all'odierna emergenza migratoria". Lo ha sottolineato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento davanti alla comunità italo-americana nel museo Guggenheim, a New York, sollecitando "politiche coerenti e all'altezza dei valori di cui le nostre società sono - e si sentono a buon diritto- rappresentate". Il capo dello Stato, che oggi si recherà ad Ellis Island, "dove sono arrivati oltre quattro milioni di nostri concittadini, carichi di speranze e difficolta', ma anche di fiducia nei confronti della terra che li avrebbe accolti", ha ricordato come la Grande Mela abbia rappresentato "a lungo un porto di approdo per i connazionali alla ricerca di migliori condizioni di vita rispetto a quelle offerte dal nostro Paese alla fine dell'800 o all'indomani delle due guerre mondiali". Tre milioni di italo-americani vivono oggi nei territori dello Stato di New York, New Jersey e Connecticut. "Sono, orgogliosamente, americani e italiani e nel passato e nel presente di questi Paesi hanno le loro radici. Al futuro di queste due nazioni, queste donne e questi uomini - ha affermato Mattarella - guardano con forti aspettative, consapevoli della loro grandezza e ricchezza". (AGI)
.

09/02/2016 11:33

Bruxelles - Il consiglio Ecofin considererà un bilancio comunitario per l'anno 2017 che consenta di "poter reagire ad eventi imprevisti, come ad esempio l'emergenza dei migranti". Lo spiegano fonti Ue, sottolineando che il tema sara' sollevato in occasione della discussione sulle priorità di bilancio per il prossimo anno. Si vuole raggiungere un bilancio comunitario che sia "realistico", e a Bruxelles ritengono che averlo si debbano avere "margini sufficienti" per reperire risorse da destinare alle questioni imprevedibili. (AGI)
 

08/02/2016 17:55

Istanbul - Ennesima tragedia dei disperati nelle acque dell'Egeo e ancora una volta una strage di bambini.

Almeno 27 persone sono affogate in un naufragio al largo di Edremit, nella provincia turca di Balikesir, a nord di Smirne.

Tra di loro 11 bambini. La barca era diretta all'isola greca di Lesbo.

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, afferma: "Con l'emergenza immigrazione "il rischio è che il 2016 diventi un 1989 alla rovescia. Nel 1989 - ha spiegato - abbiamo abbattuto il Muro di Berlino" mentre oggi "rischiamo di avere il percorso completamente opposto con la chiusura dei confini". 

Per risolvere la crisi derivante dall'arrivo dei profughi, ha poi affermato, non bastano "soluzioni nazionali", ma serve "politica estera condivisa".