Cronaca

Giubileo: 'testimonial' Padre Pio e Leopoldo a San Pietro

05/02/2016 19:12

(AGI) - CdV, 5 feb. - Migliaia di fedeli hanno seguito le teche con i corpi dei santi cappuccini Padre Pio e Leopoldo Mandic, portati in processione dalla chiesa di San Salvatore in Lauro fino a piazza San Pietro. Le urne di cristallo erano collocate su carrelli e spinte da religiosi cappuccini, la famiglia francescana di appartenenza di entrambi i due santi scelti da Papa Francesco come 'testimonial' del Giubileo della Misericordia in quanto hanno dedicato la loro vita in gran parte al ministero della confessione. Lungo tutto il percorso, che passava per Ponte Sant'Angelo per poi imboccare via della Conciliazione, altre migliaia di persone erano assiepate alle transenne. E davanti alla chiesa di Santa Maria in Traspontina, dove era posizionato il coro della diocesi di Roma diretto da monsignor Marco Frisina, c'era in attesa una vera e propria folla in preghiera: il canto infatti ha accompagnato il rosario e le litanie. Per una volta la precedenza e' stata data alla teca di San Leopoldo, arrivata da Padova, mentre quella con Padre Pio, certo piu' conosciuto e venerato, seguiva. Tra i fedeli senza distinzioni anche cardinali come l'emerito di Palermo Salvatore De Giorgi, e prelati di Curia. Il rito e' stato presieduto dall'arcivescovo Rino Fisichella delegato pontificio per il Giubileo. I due santi cappuccini, portati a spalle dai confratelli per salire i gradoni che separano la Basilica da piazza San Pietro, sono stati accolti sul sagrato alle 17,30 (cioe' con mezz'ora di ritardo sul programma previsto, e questo a causa della grande partecipazione popolare). Li' era in attesa il vicario del Papa per la Citta' del Vaticano e arciprete di San Pietro, il cardinale Angelo Comastri. Le due teche di vetro sono state poste ai piedi del piccolo palco che ogni mercoledi' ospita Francesco per l'Udienza Generale, prima di essere collocate nella navata centrale di San Pietro, dinanzi all'altare della Confessione, per la venerazione che durera' fino all'11 febbraio. Domani alle 10 in piazza San Pietro, Papa Francesco concedera' un'udienza speciale agli aderenti dei Gruppi di Preghiera di Padre Pio e ai dipendenti della Casa Sollievo della Sofferenza.
.


05 febbraio 2016 ©