Cronaca

Accordo con Airbnb, "a Roma alloggi piu' sicuri"

Roma - Alloggi piu' sicuri a Roma con l'accordo firmato tra Airbnb e le autorita' della capitale che impegna chi affitta la propria casa a comunicare alla Questura i dati degli ospiti, facilitando la procedura on-line. "L'accordo permette ai nostri host di affittare in sicurezza i loro spazi", ha spiegato il country manager Italia di Airbnb, Matteo Stifanelli. Comunicare i dati "e' un obbligo per la sicurezza di chi ospita e della citta'", ha aggiunto il numero uno di Airbnb in Italia.

 

 

"Con l'accordo e' stata facilitata la procedura, prevista dalla legge, per accedere al portale 'alloggiatiweb' della Questura: da adesso in poi, potranno utilizzarlo tutti gli host di Airbnb a Roma e non solo coloro che gestiscono un'attivita' imprenditoriale". "Abbiamo risposto a un'esigenza manifestata innanzitutto dalla nostra community", ha spiegato ancora Stifanelli sottolineando che per "gli host la sicurezza e' irrinunciabile".

Il protocollo di intesa con Airbnb, firmato dal prefetto di Roma, Franco Gabrielli, dal vicepresidente della Giunta Regionale del Lazio, Massimiliano Smeriglio, dal vice questore vicario di Roma, Luigi De Angelis, si inserisce nel solco della collaborazione intrapresa tra istituzioni pubbliche e il settore della ricezione, al fine di mettere a fattor comune il patrimonio informativo per rafforzare il livello di sicurezza complessivo della Capitale durante il Giubileo straordinario della Misericordia. La Regione Lazio mettera' a disposizione i canali informativi dell'Agenzia regionale del Turismo per divulgare l'iniziativa e sensibilizzare tutti gli utenti del sistema di home sharing sul rispetto degli obblighi di comunicazione imposti dalla normativa. Lo sviluppo dell'iniziativa, che si protrarra' sino al termine del Giubileo straordinario, sara' costantemente monitorato dalla Prefettura di Roma, consentendo di adottare quei 'correttivi' che si rendano necessari, in corso d'opera, per conseguire gli obiettivi prefissati.

Airbnb mette in contatto i viaggiatori che possono prenotare una stanza o una casa direttamente da privati, in ogni parte del mondo. "A Roma ci sono circa 20mila annunci e l'Italia e' il terzo Paese al mondo su Airbnb", ha sottolineato Stifanelli. (AGI)


01 febbraio 2016 ©
>