Cronaca

Uccisa mentre fa jogging, confessa il cognato

Cosenza - Ha confessato l'ex cognato di Anna Giordanelli, il medico 53enne di Cetraro, nel Cosentino, uccisa con un colpo contundente mentre faceva jogging.

L'uomo, Paolo Di Profio, infermiere, è stato fermato con l'accusa di omicidio volontario.

L'assassino, già noto alle forze dell'ordine, ha confessato il delitto, spiegando di aver colpito la donna con un piede di porco, ritrovato poi sul luogo. L'uomo è crollato dopo un lungo interrogato, fin da stamattina, dai carabinieri. In passato sarebbe anche stato sotto cura per problemi psichici.

Il movente sarebbe legato ad alcuni dissidi familiari: infatti pare che il fermato attribuisse alla vittima la causa della sua separazione dalla moglie, sorella della dottoressa uccisa.

"In ogni caso - dice all'Agi il procuratore di Paola, Bruno Giordano - dobbiamo ancora indagare per bene nei retroscena della vicenda". 

La vittima, sposata e con figli, faceva il medico di base a Cetraro.

(28 gennaio 2016)