Cronaca

Ashley ha aperto al suo assassino 

Firenze - Saranno forse le telecamere posizionate nella zona dove Ashley Olson viveva a dare un volto e un nome all'assassino dell'americana 35enne, trovata senza vita sabato notte. Intanto la procura di Firenze ha aperto un fascicolo per omicidio contro ignoti. Al momento non ci sono indagati e la versione del fidanzato sembra aver convinto gli inquirenti che parlano di un omicidio d'impeto, non premeditato. Non si parla di nient'altro nel quartiere della movida fiorentina che da sabato è sotto schok e urla ai tanti cronisti presenti'sciacalli'. Nessuna infrazione sulla porta e dunque per gli inquirenti dovrebbe essere lei ad aver aperto al suo assassino.

Al momento le indagini si stanno concentrando su giovedì sera, l'ultima volta che è stata vista viva. Era in un locale: il Montecarla chiuso più volte dalla polizia per spaccio di stupefacenti. Sul portone del piccolo appartamento che divideva col suo inseparabile cane beagle in via Santa Monaca al 3 bigliettini e fiori e una scritta con un pennarello rosso che dice 'lui è colpevole'. Per oggi presso il centro di medicina legale di Firenze è attesa l'autopsia che potrà dare ulteriori informazioni. La mamma della ragazza, Jennifer, affida a Facebook le sue unice parole: "Il dolore che sto provando è più di quanto io possa sopportare. Sono devastata e non so per quanto ancora possa sopportare. Questo è il peggior tipo di dolore!!".

Intanto è tornato a casa dopo ore passate in questura Federico Fiorentino, il pittore 43enne fidanzato di Ashley. C'è chi lo descrive come una persona tranquilla e chi invece come un uomo geloso e possessivo. E' stato proprio lui, preoccupato per non aver sentito da tre giorni Ashley dopo un litigio, a chiamare la proprietaria dell'appartamento e a fare la macabra scoperta. Ha detto agli inquirenti di averla trovata nuda sul letto e di averla spostata nel centro della stanza per cercare di rianimarla e di aver subito chiamato il 118. E dà lì i lievi graffi sulla mano dell'uomo che inizialmente avevano fatto insospettire gli investigatori. Ma la versione del fidanzato al momento sembra aver convinto gli inquirenti. Intanto la poplizia postale sta verificando il computer e il cellulare di Ashley. Nel pomeriggio sarà effettuata l'autopsia. L'unico che al momento sa la verità e' l'inseparabile cane beagle, che ha vegliato sul cadavere.  (AGI)

(11 gennaio 2016)