Data Journalism

Bicicletta, 200 anni portati alla grande

science writer

Non si sa bene quando sia stata inventata, ma i documenti storici ricordano che nel giugno del 1817 il tedesco bardone Karl von Drais faceva alcune prove con la sua “die Laufmaschine”, la sua “macchina per correre”. Il primo viaggio vero e proprio, però, è riportato nel luglio dello stesso anno: Mannheim a Schwetzingen, circa 15 chilometri. Al di là dell’incertezza dei propri natali, però, la bicicletta è stata un mezzo di trasporto rivoluzionario, che ha consentito spostamenti più lunghi con la sola forza muscolare e ha avuto un ruolo storico importante (basti pensare alle staffette della Resistenza nel nostro paese).

Duecento anni più tardi, la bicicletta è tornata al centro della scena internazionale come mezzo di trasporto sostenibile ed ecologico: si costruiscono sempre più piste ciclabili, c’è una moda che non pare destinata a perdere di mordente nell’immediato, il fascino del ciclismo come sport non ha perso di presa nonostante gli scandali doping che lo hanno attraversato nel periodo recente.

Lo scorso anno, per esempio, in una città modello per le due ruote come Copenhagen si è registrato lo storico sorpasso: circolavano più biciclette che auto. Non va così bene, per esempio, a Milano dove solo il 7% degli spostamenti in città viene effettuato sui pedali. C’è ancora molto da fare per rendere sicuro lo spostarsi in sella alla propria bicicletta, ma intanto sul fronte della produzione, l’Italia è la seconda potenza europea. Lo raccontano i dati Eurostat: battiamo anche gli olandesi e siamo scavalcati solamente dai portoghesi.
 


I principali Paesi da cui importiamo 17 milioni di biciclette, invece, sono Taiwan, Cambogia, Bangladesh e Filippine, da cui arrivano soprattutto i modelli più economici. 
 


Se proprio non vi piace pedalare, almeno ricordate il ruolo che la bicicletta ha avuto nella cultura. A cominciare da Albert Einstein, immortalato in sella a Santa Barbara in una foto che ha fatto storia, o all’uso che ne ha fatto Marchel Duchamp in una sua opera ready-made. O ancora il ruolo nella musica pop, come per esempio, nella famosa Bicycle Race dei Queen.


14 giugno 2017 ©