FILIPPO MONTEFORTE / AFP
Casa Agi

Un anno con Virginia Raggi: la vostra pagella

Direttore di AGI dir@agi.it

 

Che ne pensate di un anno da sindaco di Virginia Raggi? Ve lo abbiamo chiesto e vi abbiamo chiesto di argomentare le risposte (niente slogan, niente insulti); vi abbiamo chiesto di dirci come è cambiata la vostra vita quotidiana a Roma nel primo anno a guida del M5s. Ecco alcune delle risposte più interessanti (potete continuare a scrivere a dir@agi.it).

Sono stato a Roma in certi punti è pulita in altri no, ma ‘sta donna non ha la bacchetta magica, credo stia cercando di cambiare completamente un modus operandi che resiste con tutte le forze al cambiamento, in un anno  cosa cosa vogliamo che faccia. Lasciamola lavorare alla fine vediamo.
Adriano S.

La fondatezza del mio NO a questo anno di Raggi e M5s la posso sintetizzare in una domanda. Sapreste citarmi un singolo problema della città che è stato risolto? Un aspetto della città che è migliorato? Gli unici che possono dire di sì sono i miracolati dalle nomine della sindaca. Un anno fa io non ho votato, perchè un 'meno peggio' non c'era, e mi aspettavo esattamente quello che è stato da parte di amministratori improvvisati.
Giorgio G.

E' una persona onesta. Bene quello che sta facendo e sono contento che abbia detto NO alle Olimpiadi. Avrebbero pesato su Roma chissà per quanti anni. Ottimo anche il fatto che il bilancio sia stato approvato in tempi brevi, dimostra una gestione oculata della cosa pubblica. Mi è piaciuto il suo discorso alla inaugurazione della Nuvola di Fuksas. Nonostante i fischi ha denunciato pubblicamente che la durata dei lavori è stata troppo lunga.
Alessandra C.

Premesso che io non ho votato la sindaca Raggi perché il suo programma non mi convinceva, specialmente il passo “faremo gli assessori a tempo”, devo dire che il suo operato fino ad oggi è a dir poco imbarazzante. Per la città non ha fatto nulla ed è inefficiente in tutti campi. Un esempio per tutti ha organizzato una serata dove i negozi di  quartiere potevano restare aperti fino alle 22, con artisti di strada e musica; tutto bello direte voi, certo peccato che la serata in questione era il 14 febbraio, festa degli innamorati. Provate a pensare che successone, tutti hanno rinunciato alla serata romantica per vedere gli artisti di strada. Spero che in futuro la signora si dia da fare e non continui solo a farsi fotografare mentre abbraccia la gente.
Maria P.

Nessun cambiamento. Qualche strada asfaltata, non in periferia dove si procede con lo slalom, ma tipo via Mario Fani per la commemorazione Aldo Moro.
Paola M.

La sindaca è stata di parola, Roma è  cambiata, mai stata cosi sporca e con la quasi totale scomparsa della polizia municipale. Speriamo che non ci prometta più nulla.
Paola T.

Abito a Roma nel III Municipio da 43 anni e voglio solo segnalare alcune cose che ho visto migliorare, visto che nulla a mio parere è peggiorato in quanto avevamo toccato il fondo. L'AMA pulisce le strade più spesso, un servizio che sicuramente abbiamo sempre pagato ma nessuno ha mai controllato. La Metro B1 non ha più ritardi eccessivi, un massimo di 8-9 minuti di picco, e nelle stazioni con i tornelli all'uscita finalmente hanno messo del personale fisso a controllare quelli che scavalcano. Semplice buonsenso, ma meglio di nulla!
C.L.

Premesso che forse il mio giudizio del tutto negativo é da accreditare a Grillo che non so con quale diritto manovra a proprio piacimento l'attuale Sindaco di Roma, non posso che esprimere il mio più profondo malcontento e tristezza per come è ridotta la città . Peccato che una città alla quale con molta enfasi un precedente Sindaco,  sul quale mi esimo da qualsiasi giudizio, ha aggiunto CAPITALE, sia in mano a persone che saranno pure più oneste di molte altre, ma che non hanno assolutamente le capacità e le competenze necessarie ad amministrare una città come questa con problematiche complesse. Purtroppo non sarà facile comunque trovare le persone idonee, ma certamente bisogna provare .
Mauro F.

Io sono uno studente che abita a Monterotondo, un comune a venti chilometri dalla capitale. Sebbene la Raggi non sia il mio sindaco, troppo spesso ci si dimentica che una città come Roma ha enormi influenze sui comuni intorno e che tante decisioni prese coinvolgono più o meno direttamente anche il territorio metropolitano della capitale. Personalmente posso dire di non aver mai assistito a un linciaggio mediatico come quello a cui é stata sottoposta la Raggi e per questo la sostengo: é una persona giovane, inesperta su molti fronti magari, ma ha avuto per questo la funzione fondamentale di segnare il passaggio culturale dall'appoggio indefinito e disinteressato agli amministratori locali (della serie: "l'ho votati, mo' ce pensano loro."), alla volontà di partecipare e riscoprirsi come cittadini attivi, sia esprimendo lamentele, sia proponendo soluzioni, sia cambiando atteggiamento e aprendo gli occhi di fronte a tanti anni di malagestione comunale. Nel bene e nel male forse il merito più grande della Raggi é quello aver scosso dal torpore i romani e anche noi "burini" (oggi ci si appella scherzosamente così a chi abita fuori dal grande raccordo) e di averli fatti rendere conto che il cambiamento si ottiene solamente lavorando insieme, cittadini e amministratori. Ora bisogna solamente che ognuno faccia la sua parte e che metta in pratica quanto appena detto. E i risultati arriveranno.
Daniele S.

Quando si governa un comune come Roma lasciandolo per anni in balia di tutti i barbari e truffatori del mondo rubando e lasciando debiti per 14 miliardi di euro non si può  pensare che un sindaco riesca sistemare tutto in un anno, considerando che tutte le forze politiche danno contro  prima hanno rubato e gestito in malo modo, vedi mafia capitale. E ora per paura che si scoprono le carte,  fanno di tutto per sabotare la Raggi. Per questo il mio giudizio è positivo.
Gigi R.

Eppure sapeva che avrebbe vinto ma non ha preparato una squadra di governo (per altro incompleta in alcuni assessorati), ha litigato con tutte le municipalizzate per cambiare governance ma non abbiamo apprezzato risultati ottenuti.  Ci sono 1,5 km di preferenziali in un anno, 0 km di ciclabili, meno bus a disposizione e diversi incendi su quelli in circolazione.  Non hanno rinegoziato debito, hanno detto che ambulanti possono fare quel che vogliono come anche taxi. La sostituzione del comandante della polizia locale è un episodio che fa ritornare ad uno stato pregresso di non intervento, a fronte di più incidenti e più Far West.  Non abbiamo servizio rimozioni (da dare a ATAC in modo che come AMA si occupi di troppe cose per funzionare in quelle fondamentali) ma abbiamo tanti centurioni.  Abbiamo stessi problemi irrisolti ma potremmo cantare Volare. Bandi sempre in ritardo o affanno ma si trova tempo per far ricorsi al TAR. Che dire uno voleva la normalità e si ritrova un caos anomalo. No Olimpiadi sì Stadio, ma con più spese per cittadini, stallo per ex Fiera Roma, ex Mercati Generali, ex Cinodromo, ex deposito bus a san Paolo e da altre parti. Eppure sapevano che avrebbero vinto facile. Non si sono preparati minimamente. A noi le conseguenze.
Marco L.

Bene, finanche troppo bene.  Vorrei capire  ... con tutti i bastoni tra le ruote che le hanno messo troppo a resistito  ...mettersi contro i lupi famelici  (vedi i costruttori con le Olimpiadi) pronti per i loro interessi a indebitate i cittadini di questa città.  Non parliamo della campagna vergognosa condotta da alcuni grandi giornali. La Raggi vada avanti  ... risparmiare sulle prebende organizzate dal PD e iniziare a ripulire la città e il suo decoro per il resto va bene così.  Privatizzi i settori più trascurati dalle partecipate e le do un consiglio: imponga con un'ordinanza a tutti i proprietari dei terreni privati di pulire e tagliare alberi cespugli e erbacce confinanti con le strade pubbliche. Tutte: qualora il privato non ottemperi nel tempo dovuto,  sarà compito del Comune che farà il lavoro addebitandolo poi agli stessi proprietari privati e così via tante altre iniziative potrebbero essere messe in cantiere.
Enrico L.

Molto deludente la fase di start-up, negli ultimi mesi vedo qualche miglioramento. L'ultima scelta di appaltare il servizio giardini a privati mi sembra ottima. Ora c'è un'altra emergenza rifiuti e vediamo che succederà. Il percorso è ancora tutto in salita.

Stefano M.

I 5 stellessono molto apprezzati per la moratoria sugli stipendi d'oro quindi è assurdo che lei conceda alti stipendi ai funzionari dipendenti. Per il resto diamole tempo. Sono 40 anni di vecchia gestione da superare.
Salvatore T.

Non l'ho votata. Vedo la parte di città che frequento, tra il centro e il Torrino, più pulita. Non ho più visto le situazioni spaventose frequenti con Marino e Alemanno. La tanto criticata emergenza rifiuti di qualche settimana fa io, come altri, non l'ho assolutamente percepita.  Ovviamente, ciò non vuol dire che non ci sia ancora molto da migliorare.  Ho apprezzato inoltre il bando per le buche, che mi sembra un modo serio e ordinato, non demagogico, per affrontare il problema.  Su altri fronti - per tutti, l'edilizia popolare - mi sembra che si sia ancora all'anno zero. A consuntivo, l'esperienza Raggi mi sembra discreta, molto migliore di quanto gli attacchi violentissimi e preconcetti non dicano, e aspetterei ancora uno o due anni per formulare giudizi seri. Un tempo che personalmente concedo volentieri e con interesse.
Elio C.

Per quanto mi riguarda la rivolterei mille volte!
Francesco P.


Un anno di assoluta inaffidabilità. Sono stato a Roma di recente e mi è sembrata una città molto ma molto sporca  e abbandonata a se stessa. Forse l'attuale sindaco è inadeguato a ricoprire un ruolo particolarmente delicato e di responsabilità per governare una città particolarmente difficile come Roma. Servono maggiore competenza e tanto buon senso. Giudizio : bocciata senza appello.
N.P.

Un anno al Campidoglio intriso di incompetenza, superficialità, annunci roboanti, insomma un disastro totale... Soprattutto se consideriamo che i due terzi delle delibere emanate in quest'anno riguardano le "poltrone"! Si stava molto meglio quando si stava peggio.
Giuseppe D. F.

Sarebbe troppo lungo motivare il mio giudizio assolutamente positivo. Lo riassumo così. Un altro governo della città affidato al PD di Giachetti avrebbe tolto ogni speranza a questa città. Ora si iniziano ad affidare beni e servizi attraverso gare ed appalti, si cerca di organizzare un nuovo sistema per la gestione dei rifiuti e un nuovo piano per la mobilità. Il massacro mediatico che ha subito la Raggi con me non attacca, anzi è l’ulteriore prova che sta andando nella direzione giusta.
Mario P

 


18 giugno 2017 ©